lunedì 11 ottobre 2010

la Leggiadria dell'Acqua


Tuona il cielo
nella quiete notturna
lacera il silenzio

gocce di pioggia
volteggiano sui tetti
lievi passi di tip-tap




41 commenti:

  1. utente anonimo11 ottobre 2010 09:32

    Il quadro è molto bello, il tema molto "azzeccato" in questa mattinata grigia di pioggia. Un bacio :*

    Maraptica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 13:13, 11 ottobre 2010

      anche qui la giornata è imbronciata e capricciosa,
      il quadro piace molto anche a me, ha delle tinte calde, proprio come l'autunno... stagione che amo

      un abbraccio * . *

      Elimina

  2. Mattinata grigia, piove o non piove?
    l'uggia novembrina è alle porte...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 13:16, 11 otobre 2010

      l'autunno è così... volubile e altalenante, capriccioso... alterna a delle belle giornate sorridenti, altre assorte e nebulose, chissà magari è donna :)) .... in compenso però ha dei colori così caldi, tiepidi e prepotenti allo stesso tempo, lo trovo molto sensuale e passionale l'autunno ^ - ^

      un sorriso

      Elimina
  3. Risposte
    1. 13:17, 11 ottobre 2010

      premesso che il sole è bello, a me piace anche la pioggia, soprattutto camminarci sotto senza ombrello

      un sorriso allora... sperando che porti un po' di sole dalle tue parti

      Elimina
  4. Risposte
    1. 08:36, 12 ottobre 2010

      Mi piace assai l';odore, il rumore della pioggia, il ticchettio che fa quando cade sulle foglie e sui tetti, ha una sua musicalità...

      Elimina
  5. La pioggia, spesso, compone musiche meravigliose...

    Baol

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 08:38, 12 ottobre 2010

      la natura improvvisa, compone, originali ed insolite melodie

      un abbraccio

      Elimina
  6. ma che bella.
    carezzevole.

    da un po' non passavo.
    lascio un sorriso grande. :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 08:40, 12 ottobre 2010

      A volte la pioggia è proprio così... talmente lieve da sembrare quasi una carezza, ed è bello lasciarsene avvolgere camminandovi sotto senza ombrello.

      In realtà sono tornata da poco, dopo un'assenza di parecchi mesi ed è piacevole ritrovarti, è un ritrovarsi insieme ^ _ ^

      un abbraccio e a presto

      Elimina
  7. la celebrazione del temporale, della pioggia, della natura !

    quella natura che porta elettricità e movimento e quando si parla di movimento solo l'essere umano poteva immaginare la grandiosità della danza . . .

    sai ballare il tip tap ? in caso affermativo non ci dispiacerebbe un video testimonianza  in streaming su questi schermi! :-)

    un saluto
    Isaac 

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 08:42, 12 ottobre 2010

      La Natura in fondo è un po' come un menestrello, ci canta le sue storie in una lingua arcaica e misteriosa, è un'interprete, vocalist eccellente :))

      ehm.. io ballare il tip tap.. @ , @
      ad essere sincera la danza mi piace, ma non è che sia proprio il mio forte, l'ultimo volta che ho ballato qualcosa credo sia stato un lento a qualche festa dei 18 anni.. ^ _ ^ quindi meglio che eviti di cimentarmi

      un abbraccio

      Elimina

  8. lieve danza d'autunno.
    un brivido freddo scalda le mani che si muovono, tamburellando ad aspettare la resa a più lunghe sere.
    Un abbraccio e buona giprnata
    Lila

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 08:46, 12 ottobre 2010

      adoro l'autunno, a molti immalinconisce mentre a me piacciono immensamente i suoi colori, odori e le atmosfere romantiche che sa creare, "molto bello quel brivido freddo che scalda.."

      un abbraccio * . *

      Elimina
  9. Oh! Io avrei scritto "lievi passi di cic-ciac"... sai, le scarpe sull'acqua ;-))) Mi hai fatto ricordare di sere infilata nel lettone caldo, e fuori tuoni e acqua che scroscia, e lampi che illuminano per un secondo, e coccole coccole con i miei figli... ;-) Il temporale a volte può essere magico. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 11:23, 12 ottobre 2010

      ^ __ ^ ci sta bene anche quello di suono, più strumenti, suoni ci sono, più bella e magica è la pioggia, la musica che crea

      La pioggia e i temporaloni che descrivi, sono proprio belli vissuti al calduccio dentro casa, rilassati sotto le coperte a coccolarsi, meraviglioso sarebbe poter avere magari un bel caminetto per creare atmosfere ancora più magiche ^ __ ^

      un bacio

      Elimina

  10. Che bella espressione "lacera il silenzio". Questa poesia è perfetta per questi giorni di pioggia e tristezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 09:44, 13 ottobre 2010

      L'autunno è molto umorale come stagione, forse tendente un po' al malinconico... ma ha dei colori così splendidi, la pioggia poi, non sempre sai è tristezza... prova a considerarla come un qualcosa che arriva a detergere e rendere più pulita l'aria, la natura, e magari riuscirai a trovarci anche una nota positiva...:)

      la pioggia è anche "vita"

      un abbraccio

      Elimina

  11. Il gran fragore del cielo e poi i tintinnii argentei delle gocce... bel contrasto di metafore, alba!
    E tutto concentrato in così pochi e brevi versi... davvero complimenti :-D.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 09:48, 13 ottobre 2010

      mi piace la pioggia, ascoltarne il ticchettio sui vetri e sulle foglie, guardare il bagliore dei lampi per poi rimanere in attesa... dei tuoni che sopraggiungono poco dopo, c'è un po' di magia anche nella pioggia, laddove non causi danni.. e il tuo riferimento ai tintinnii argentei, mi fa venire in mente la splendida poesia di Gabriele d'Annunzio.

      La pioggia nel pineto

      Odi? La pioggia cade
      su la solitaria verdura
      con un crepitìo che dura
      e varia nell'aria secondo le fronde
      più rade, men rade.

      Ascolta.
      Risponde al pianto il canto
      delle cicale che il pianto australenon impaura,
      nè il ciel cinerino.

      E il pino ha un suono,
      il mirto altro suono,
      e il ginepro altro ancora,
      stromenti diversi sotto innumerevoli dita.

      Ascolta, ascolta.
      Or s'ode su tutta la fronda
      crosciare l'argentea pioggia
      che monda, il croscio che varia
      secondo la fronda più folta, men folta.

      un caro saluto

      Elimina
  12. Risposte
    1. 10:03, 13 ottobre 2010

      ... che unita alla musica crea una perfetta empatia ^ __ ^

      Elimina

  13. proprio un'aura danzante|
    molto bella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 10:04, 13 ottobre 2010

      La pioggia a volte si trasforma in un'orchestra e ci regala sensazioni davvero piacevoli e armoniose

      un caro saluto e grazie * . *

      Elimina
  14. @ dalfusoditaiwan
    .. meravigliosa immagine sensuale e passionale
    e poi adoro "le picccole cose".. come camminare a piedi nudi..
    in casa lo faccio sempre
    un abbraccio

    RispondiElimina

  15. Qui piove da due giorni.
    Odio la pioggia.
    Se penso invece al tip tap, mi scappa un sorriso.
    Ciao alba e grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 21:51, 13 ottobre 2010

      Anche qui a Roma il tempo è assai piovigginoso stasera, tuona... tuona.. tuona.. piove.. piove.. piove... mi spiace che "odi" la pioggia, prova a riconsiderarla, ad esempio se ora fossi lì, ti iniviterei a passeggiarci sotto, a guardarla con occhi diversi e visto che il tip tap ti fa sorridere, anche se sono negata magari ti inviterei a ballarlo.. e allora sì... rideresti :))

      un caro saluto

      Elimina
  16. Con la pioggia che è caduta questi giorni sei proprio in argomento!...cmq proprio bella...hai unito i suoni alle sensazioni...qui da me invece, sarà che sopra non c'è il tetto ma è piatto(non mi viene il nome di come si dice quand'è così)quando piove i passi del tip tap non sono affatto leggeri...ma sembra che ti bucano il muro...si sente ancora più forte...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 21:07, 14 ottobre 2010

      l'autunno come sempre è arrivato un po'piagnucoloso :) però poi quando esce il sole ahhhhh... le ottobrate romane sono meravigliose.

      Sai, neanche da me c'è il tetto ma le terrazze, abito in un Palazzo del '29, di quelli con la corte condominiale, sono otto scale per 5 piani di altezza, ed io abito al primo, però per scrivere della pioggia che volteggia sui tetti, ho immaginato di essere in un piccola mansarda :)

      un sorriso

      Elimina
  17. poesia quasi onomatopeica, bella come una danza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 21:08, 14 ottobre 2010

      la pioggia mi piace, se poi proviamo a trasformarla in musica e danza è ancora più bella ^ _ ^

      Elimina
  18. qua c'è vento, ormai da parecchi giorni.....che danza ci potrebbe essere con il vento?:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 21:09, 14 ottobre 2010

      Con il vento mi viene da pensare a qualcosa di estremamente ardente e passionale, come un bel tango o una bella taranta :)

      Elimina
  19. La sentivo, stanotte nel letto, ticchettare fuori nel sonno di tutti. Perché l'acqua - come a te forse - mi piace più ascoltarla che vederla. Serena domenica (m.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 19:21, 17 ottobre 2010

      Il rumore della pioggia è meraviglioso, magico, e sì, mi piace molto ascoltarlo... quando bussa sui vetri delle finestre... si ode il ticchettio sulle foglie, e accompagnata poi dai tuoni, poi diventa una vera e prorpia orchestra.

      A volte però mi piace anche camminarci sotto quando è lieve, ma quei bei temporaloni con scroci... sicuramente preferisco osservarli al calduccio, magari se ne ho la possibilità raggomitolata sul divano o sotto le coperte con un buon libro, ascoltando della musica, si insomma in completo relax ^ __ ^

      grazie e buona domenica anche a te

      Elimina
  20. La leggiadria dell'acqua è uguale alla leggiadria dei tuoi versi...
    Ciao, buona domenica!
    Graziella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 19:23, 17 ottobre 2010

      ti ringrazio ^ _ ^ .. ho cercato di rendere entrambi leggiadri, almeno loro, visto che io per la danza anche se mi piace assai sono negata

      un caro saluto e buona domenica anche a te

      Elimina

  21. Carissima Alba,
    adoro anch'io i passi di danza, che a volte la pioggia riesce a creare sui tetti.
    Come tu ben sai é da oltre un mese che manco dalla blogsfera. Ora che torno, mi fa molto piacere scoprire che anche tu, dopo una pausa molto più lunga della mia, sei tornata.
    Mi mancavano i tuoi post, le immagini artistiche che ogni volta sceglievi, i pensieri che condividevi con noi.
    Ora è tempo di recuperare!
    Un caro saluto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 21:12, 18 ottobre 2010

      Mi sono accorta e dispiaciuta della tua assenza al mio ritorno, mi piace passeggiare nella tua splendida biblioteca, respirare l'odore dei libri e soprattutto leggerti, sono quindi felicissima che anche tu sia di nuovo qui... quindi ora rimbocchiamoci le maniche e recuperiamo.. :))

      un abbraccio

      Elimina