domenica 20 dicembre 2009

Ex nihilo nihil fit


"Dal nulla non proviene nulla"

se mi affaccio al balcone della mia vita, e lascio che lo sguardo spazi, verdi oasi si profilano all'orizzonte, laddove c'era il deserto, ho arato, seminato, concimato, potato, innestato, e in assenza della pioggia, a volte ho pianto affinché le lacrime irrorassero il terreno riarso, e il prezioso raccolto non andasse irrimediabilmente perduto, avidamente fagocitato

nel mio piccolo ho cercato sempre di essere una leale, solerte contadina, e gli [a volte] sterili terreni che amorevolmente, testardamente ho coltivato, ogni tanto hanno regalato sublimi fiori multicolori, succosi frutti

spesso, ho seminato quintali e raccolto solo pochi irrisori etti - fa parte dei rischi - la gramigna a volte si insinua, imperversa, contamina...

ma se commisurati... equivalgono ad un "inestimabile" tesoro che custodisco in una preziosa madia, la mia anima e il mio cuore, e neanche un raccolto inesistente o avariato mi farà mai desistere dallo spargere nuovi, temprati semi

perchè i sorrisi, gli sguardi ricevuti, altresì gli stessi silenzi, significano per me una lauta, pura, generosa ricompensa, quando si dona e si riceve non si mercanteggia [non è un baratto] si è semplicemente lieti di averlo fatto.



"Nella vita, quello che semini raccogli"
se fai del bene raccogli affetto,
e non importa se in misura inferiore.

dipinto ~ Wojtek Kowalski ~
# grazie a Marinz, leggendo un suo post
"un semplice grazie" è nato questo

50 commenti:

  1.                                                       Dal nulla non può nascere nulla
                                                                      "ex nihilo nihil fit"


    fu il principio fondamentale dell'ontologia greca al quale è legato anche il concetto di "divenire".
    I filosofi greci dai presocratici a Platone e ad Aristotele, hanno sostenuto il principio che dal nulla non si genera nulla e quindi affermato che le cose hanno origine da una sostanza primordiale e da altri enti, e in essa si corrompono.

    Quello di "Essere" è un concetto che attraversa tutta la storia della filosofia fin dai suoi esordi e per quanto già posto dalla filosofia indiana sin dal IX secolo a.C., è all'eleate Parmenide che si deve l'aver dato inizio in Occidente a questo lungo dibattito che percorre i secoli e le diverse culture fino ai nostri giorni.
    Pur non specificando cosa sia questo essere, Parmenide è il filosofo che per primo ne spiega esplicitamente il concetto; su di esso egli esprime soltanto una lapidaria formula, la più antica testimonianza in materia, secondo la quale:
    «l'essere è, e non può non essere», «il non-essere non è, e non può essere».
    Con queste parole Parmenide intende affermare che
    "niente si crea dal niente, e nulla può essere distrutto nel nulla".

    Il "divenire" secondo Eraclito è la sostanza dell'Essere, poiché ogni cosa è soggetta al tempo e alla trasformazione, e anche quello che sembra statico alla percezione sensoriale in verità è dinamico e in continuo cambiamento.
    Questo concetto si concretizza nella tesi che individua nel fuoco il simbolico principio di tutte le cose poichè questo elemento simboleggia per antonomasia il movimento, la vita e la distruzione.
    Il divenire è quindi la legge immutabile, il logos, «poiché tutto muta, meno la legge del mutamento» che regola l'alternanza di nascita e morte.

    Eraclito, infatti, afferma che tutto scorre "Panta rei" ed è in perenne movimento, mentre la staticità è morte.
    In questa concezione il divenire è la condizione necessaria dell'Essere e della vita stessa.
    Tipico è l'esempio del fiume, Eraclito afferma che è impossibile bagnarsi due volte nello stesso fiume, perché dopo la prima volta, sia il fiume (nel suo perenne scorrere) sia l'uomo (nel suo perenne divenire) non sono più gli stessi.

    RispondiElimina
  2. Impossibile rivivere due volte la stessa esperienza: i presupposti non saranno mai identici, né mai lo saremo noi.
    Impossibile commettere due volte gli stessi errori: l'esperienza ci insegna come fare per commetterne altri, a volte anche più grandi di quelli passati.
    Impossibile amare due volte la stessa persona: o l'amore resiste a tutto quello che il tempo porta con sé, o si dissolve, e allora niente e nessuno potrà farlo rivivere.

    Bellissimo post cara Alba, quando si riesce a tracciare un bilancio positivo, nonostante tutto e tutti, allora si può solo guardare avanti con rinnovato ottimismo.

    Il mio abbraccio più "caldo" - date le temperature delle ultime ore, spero di fare cosa gradita lasciandoti un po' di calore.
    Giusy

    RispondiElimina
  3.  Fa' 'o bbene e scuordatello!
    (proverbio napoletano)

    RispondiElimina
  4. Le tue sono parole stupende e mi fa piacere che un mio post ti abbia fatto scaturire queste parole... quindi grazie della citazione

    Mi piace come paragoni i "doni" che si fanno con la semina quella semina che può portare frutto o non portarne ma l'importante, come dici tu, è farlo perchè sentiamo che va fatto

    un sorriso :)

    RispondiElimina
  5. Ed è nata una cosa bellissima.

    Un abbraccio
    Baol

    RispondiElimina
  6. Non importa se raccogli meno di quanto hai seminato.. son d accordo..

    Aggiungerei che a volte pur seminando bene non si raccoglie un bel nulla.. per le ragioni più disparate.. nonostante questo bisogna continuare a seminare.. ancora e ancora.. perchè pur se è vero che rischi di non raccogliere.. è altrettanto vero che chi non semina nulla,  non può aspettarsi un bel niente. :-)

    RispondiElimina
  7. Beh..se nella vita la mia attività di "coltivatrice" avesse dato gli stessi miseri frutti ( pomodori rachitici) che ho raccolto quest'estate dal mio orto..potrei darmi tranquillamente all'ippica!

    Fortunatamente..  più che diretta sono una coltivatrice "inde-fessa" ! :-))

    buon inizio settimana

    RispondiElimina
  8. Mi piace tanto Alba quello che hai scritto... me lo sono copiato e mi piace leggerlo ogni tanto. Anche io ho cercato sempre di seminare, anche in sterili terreni, spesso presa in giro... eppure sempre ho raccolto e non solo per me, ma anche per gli altri. Questo è il senso della vita: si è ricevuto senza chiedere niente, e quello che si è ricevuto va coltivato... non importa tanto il risultato, quanto l'impegno. Anche se il risultato mancato a volte lascia scoraggiati... non importa io continuo: sento una grande affinità in questo. Grazie per la preziosissima figura di Kowalski, mi è venuta subito una grande curiosità. Un abbraccio affettuoso, irene

    RispondiElimina
  9. "In verità vi dico: non c'è nessuno che abbia lasciato casa o fratelli o sorelle o madre o padre o figli o campi a causa mia e a causa del vangelo, che non riceva già al presente cento volte tanto in case e fratelli e sorelle e madri e figli e campi, insieme a persecuzioni, e nel futuro la vita eterna."... e come direbbe Totò.. ho detto tutto! Ciao!

    RispondiElimina
  10. ~ azalearossa
    bellissime sono anche le tue riflessioni con le quali mi trovo concorde
    .. e per quanto riguarda il fatto di porsi positivamente nei confronti della vita, credo sia indispensabile.. ci aiuta ad affrontare con più slancio la vita stessa.
    graditissimo l'abbraccio "caldo", regalo migliore non potevi trovarlo ^ __ ^
    ricambio con affetto, un caro saluto

    ~ aitan
    ... detto azzeccattissimo,  ed aggiungo.. fai del male e pensaci..
    un caro saluto

    ~ marinz
    .. la citazione è sentita ed era  doverosa.. hai scritto anche tu un bel post giorni fa, e ho pensato fosse carino evidenziare anche le tue riflessioni..
    grazie per il tuo apprezzamento
    un abbraccio

    ~ noidue2004
    ciao LUI di noi due, nella vita credo sia necessario porsi sempre con ottimismo cercando di seminare bene.. perchè a mio avviso, il detto
    "occhio per occhio, dente per dente" ... non porta a nulla di costruttivo .. serve solo ad alimentare,  inasprire ed  esacerbare gli stati d'animo.
    grazie per i complimenti, un caro saluti ad entrambi 

    ~ Baol
    nella vita bisogna essere un pò giardinieri..  coltivare, curare e a volte estirpare..
    un abbraccio e grazie

    ~ caiovibullio
    .. per dindirindina.. che apprezzamento ^ __ ^
    un caro saluto

    ~ gabbianobianco
    .. sagge parole gabbianella.. "se non osi o tenti nemmeno".. non puoi sperare che le cose nascano al nulla..
    un abbraccio

    ~ harmel
    ... quindi secondo la legge di compensazione.. se come coltivatrice sei un fallimento.. come dispensatrice di bene sei un fenomeno ^ __ ^
    un abbraccio

    ~ dalfusoditaiwan
    .. grazie davvero, sapere che qualcosa che ho scritto è stato così.. percepito.. mi lusinga sei davvero gentile.
    ..  e continua a seminare.. perchè per tanti semi che vanno dispersi.. molti altri trovano terreni fertili nei quali crescere e prosperare..
    Kowalski  insieme a molti altri artisti polacchi che ho trovato lo trovo davvero bravo.
    un abbraccio

    ~ paolodemartino
    calzanti ed efficaci entrambe le citazioni ..
    un caro saluto

    RispondiElimina
  11. In sintesi :

    Si E'  nel continuo divenire che non è mai uguale
    così come i giorni che ci scorrono davanti.

    Ossia Siamo nell'attimo e poi non siamo più
    perchè già altro...

    Direi  Evoluzione miscelata con
    l'Amore per la vita, per sè poi... per gli altri...

    E sarà amore se Sarai Amore
    ma senza mai aspettarti niente in cambio.
    Si può costruire  e crescere anche in un deserto
    e riuscire a far nascere e proteggere
     piante che diano buoni frutti
    basta solo semplicemente Amare con semplicità
    senza nulla chiedere o pretendere.

    I doni che si ricevono vengono spontaneamente
    come quei frutti
    così come l'Amore che si dona che non ha nè bisogni nè richieste
    perchè "E" ...

    E' bellissimo il gesto del sentirti emozionata
    dalle parole del tuo amico
    bello il senso che ne deriva.
    Bella tu che con il tuo dire
    sempre Mi attraversi...;))

    Buon mattino:)





    RispondiElimina
  12. ~ branzinoalsale
    grazie a Te
    un caro saluto

    ~ yeiazel
    è proprio così
    .. i secondi si susseguono gli uni agli altri.. inerrastabili .. e non ce ne sarà mai uno identico all'altro,  perchè nel frattempo una parte inifinitesimale di tempo sarà trascorso ... .. e tutti quei secondi messi insieme rappresentano il nostro vissuto..

    Prima ancora di poter ricevere dobbiamo predisporci a saper dare.. senza nulla chiedere in cambio.. altrimenti diventa "mercificazione"  di sentimenti, emozioni..

    Ti ringrazio per le tue belle parole e se avrai modo di leggere Marinz, ti potrai rendere conto di che bella persona sia.. spesso in viaggio per portare conforto a chi ne ha bisogno..

    grazie per la tua amicizia
    un abbraccio

    RispondiElimina
  13. E' facile esserti amica
    seppur ancora ci conosciamo poco
    anche se ripensandoci
    forse sappiamo molte pià cose l'una dell'altra
    di quante se ne raccontino fuori di qui;)

    C'è qualcosa che standoti vicina
    mi dona serenità e non son tutte le persone
    che mi s'avvicinano a donarmi questo stato di grazia.

    Così sono io a ringraziarti
    perchè scoprirti e leggerti
    è stato uno dei più bei doni di quest'anno sgangherato.

    Leggerò con gioia Marinz visto che me ne parli
    con entusiasmo;))

    Un abbraccio stretto stretto:))*

    RispondiElimina
  14. chi semina vento raccoglie tempesta...

    RispondiElimina
  15. La lettura del tuo post riconcilia con il sentimento della buona volontà.
    A volte ci prende lo sconforto, e il dubbio che sia inutile, o peggio dannoso, essere buoni. Ma leggendo le tue parole ci accorgiamo che non è così, è più bello cercare di essere buoni: riuscire ad esserne capaci è la vera ricompensa.
    Ciao : )

    RispondiElimina
  16. Non sempre si può avere un buon raccolto
    se le stagioni sono avverse
    anche quando si è seminato bene.
    Ma il tempo porta sempre
    nuove stagioni
    e prima o poi
    il clima si rivela improvvisamente
    quello giusto.
    :D

    RispondiElimina
  17. ~ yeiazel
    .. è vero ci conosciamo da poco ma abbiamo parlato tantissimo.. e a volte ho l'impressione di farlo con una persona che conosco da tempo, e questa è la riprova che se si è affini e si arriva a percepire che dall'altra parte c'è qualcuno disposto ad ascoltarti,  si riesce a stabilire un rapporto di amicizia e a confidarsi anche qui nel virtuale.
    .. e spero che il prossimo anno sia meno sgangherato, magari se ti serve una mano, posso aiutarti a ricucirlo sono brava con ago e filo  ^  __  ^
    un abbraccio

    ~ glicine61
    grazie un caro saluto e tanti auguri anche a Te

    ~ jardigno1965
    mi piacciono i tuoi post e mi piacciono i tuoi commenti, sempre acuti e azzeccatissimi.. sai dire sempre la frase giusta al momento giusto ^ __ ^
    un abbraccio

    ~ scudieroJons

    siamo essere umani ed è comprensibile che a volte ci si lasci trasportare o fuorviare.. ed è normale anche chiedersi: "ma chi me lo fa fare ad essere piena/o di buoni propositi" .. è capitato anche a me di trovarmi  di fronte a questo bivio..
    .. poi però, conto fino a tre e ci penso un pò su.. e mi dico che a volte è necessario essere noi i primi a gettare le basi perchè si possa costruire qualcosa di solido.. spesso le persone che non lo fanno, non è perchè sono cattive, semplicemente il più delle volte magari non sanno o hanno timore di farlo.. esprimerlo..
    un caro saluto ^ __ ^

    ~ Dedry
    quello che dici è vero, gli agenti esterni che possono interferire con un buon raccolto sono molteplici ed imprevedibili, ma la buona volontà e la determinazione sanno compiere miracoli.. .. e anche laddove il terreno è sterile o arido è possibile riuscire ad ottenere dei risultati se ci credi.
    Fino ad ora, forse ho ricevuto più fegature che non soddisfazioni, ma cerco di far tesoro e trarre insegnamento anche da ciò che mi ferisce o delude, e guardo avanti.. nella speranza che i semi cadano dove possano prosperare.
    un caro saluto



    RispondiElimina
  18. Il mio amico Giampiero ha scritto in un suo libro che forse Twitter e Facebook stanno uccidendo il mondo dei blog.
    Beh, a giudicare da quello che leggo, almento tra le mie amiche ed amici, devo dire che per fortuna non è vero:).
    Vedo e leggo ed ascolto belle cose, che mi aiutano ad avere fiducia nel mondo, nelle persone, che mi insegnano cose, che mi danno piacere.
    Stasera il tempo è pessimo e la stanchezza si fa sentire. Eppure sorrido, grazie anche a te, grazie a voi.
    Non è mica poco!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 11:27, 22 dicembre, 2009

      Hai scritto un bellissimo pensiero, è vero leggendo gli altri blog non solo si scambiano sensazioni ma si imparano anche tante cose, e per chi ha voglia di comunicare, confrontarsi, emozionarsi, non saranno di certo FB o Twitter a rappresentare un deterrente.

      grazie di tutto, un caro saluto e un abbraccio

      Elimina
  19. In sostanza raccogliamo quello che abbiamo seminato. Accade sempre. Certo, può anche capitare che il raccolto non dia i suoi frutti in una stagione, ma nell'altra. Che ci siano tempeste continue e che noi, con perseveranza, proseguiamo a curarlo, a potarlo, a riscaldarlo. Nulla viene mai dato per scontato in un raccolto, i fattori che lo influenzano sono molteplici, come molteplice deve essere la nostra capacità di adattarci al raccolto stesso.
    Un sorriso per un solare nuovo inizio di settimana.
    ^____________^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 11:30, 22 dicembre, 2009

      direi che hai espresso im modo eccellente e sintetico l'essenza del post, perchè le cose vadano bene.. ci vuole costanza, fiducia, perseveranza ed adattabilità

      un caro saluto

      Elimina
  20. Bellissima l'immagine e la descrizione minuziosa e deliziosa dell'operato - di quelle lacrime che si sostituiscono alla pioggia, dei raccolti imprevedibili.

    Ma esiste un equilibrio, in ogni cosa - se è vero che nula si crea e nulla si distrugge, il bene, i sorriso e l'amore che mettiamo in circolo prima o poi semplicemente ritorna.

    Un caro abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 11:35, 22 dicembre, 2009

      è esattamente cos', magari a volte i semi che getti tardano a germogliare ma uno più tenace.. che resiste e dà i suoi frutti, c'è sempre perchè "nella vita quello che semini raccogli .. no?"

      un abbraccio

      Elimina
  21. Buongiorno.. sono meno presente perchè il mio portatile è fuori uso.. gran bel regalo di Natale.. no?? :P

    Mannaggia! :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 11:40, 22 dicembre, 2009

      'naggia.. noooooooooo mi dispiace assai, chissà magari Babbo Natale riuscirà a fartene avere uno nuovo o almeno lo spero, mi dispiacerebbe stare troppo tempo senza di Te, è così bello trovare i segni del tuo passaggio, certo potresti anche pulirtele le zampette di tanto in tanto prima di entrare e darti una sistematina alle piume in modo da non lasciarle in giro ^ _ ^

      ... magari le metto via per Harmel così puo' firmare il foglio delle presenze.

      un abbraccio e spero riuscirai a risolvere presto il problema.

      Elimina
  22. piccola emersione per lasciarti un saluto!:-)

    RispondiElimina
  23.  ~ Harmel 
    in questi giorni tra il lavoro e i preparativi natalizi sono piuttosto incasinata anch'io.. ma ogni tanto come te emergo..
    grazie un caro saluto anche a te 
    ti abbraccio

    RispondiElimina
  24. ho seminato a volte senza accorgermene...e quello che vedo intorno sono dei teneri germogli da far crescere ancora....

    RispondiElimina
  25. alba,
    buon tutto a te alla tua famiglia e ai tuoi ospiti.

    Transit Scarpa.


    ciao

    RispondiElimina
  26. sono molto d'accordo con quello che dici, anche quando i futti non sono il meglio...ma quando lo sono, gioia impagabile...

    RispondiElimina
  27. Sono perfettamente d'accordo circa il donare e il ricevere.
    Quando non si mercanteggia, quando non si considera la grigia locica del "do ut des", ma si è motivati da affetto ed entusiasmo, ciascuno di noi darà un valore molto particolare a quello che si riceve in cambio, perchè il valore della gratitudine non ha prezzo, tocca le corde dell' animo, della nostra specifica sensibilità. E ogni volta che qualcosa ci tocca nell' intimo ci sentiamo vivi e la gioia si rinnova.

    RispondiElimina
  28. ~ mermaid74
    ..i germogli che cadono e nascono spontanei.. sono i più belli e preziosi 
    un abbraccio ^ __ ^

    ~ Maximo67

    ..grazie, è un bellissimo augurio e spero che anche il tuo giardino sia rigoglioso e multicolori.
    un abbraccio 

    ~ Transit Scarpantibus

    è molto gentile da parte tua passare a farmi gli auguri, ti ringrazio, e dato che non so nulla di Te.. auguro buon Natale a te a a tutte le persone care e amiche che ti sono vicine.
    un abbraccio

    ~ hulda
    .. è vero mai fermarsi all'aspetto o all'entità del raccolto, è bene godere sia del meglio che del peggio.. 
    .. alcuni frutti all'apparenza sono rovinati ma dentro celano una polpa sana e succosa, altre volte sono perfetti ma non sanno di nulla.
    un abbraccio

    ~ cumino

    Benvenuto e molte grazie per l'apprezzamento
    un caro saluto

    ~ buonauscita
    .. "tocca le corde dell' animo, della nostra specifica sensibilità". 
    E ogni volta che qualcosa ci tocca nell' intimo ci sentiamo vivi e la gioia si rinnova.

    è bellissimo quello che hai scritto, ed è vero, siamo noi ad attribuire il giusto valore "intrinseco" a quello che si riceve in cambio, ed anche un piccolissimo gesto può avere un valore immenso..
    .. e quando avviene è un bel sentire.. è come avere un sole dentro che illumina e irradia calore. 
    grazie per le belle parole
    un caro saluto
     

    RispondiElimina
  29. Sono contento che da te funziona così, perché io ormai cerco di fare le cose per bene, e per gli altri, sapendo che raccoglierò molto poco, quasi niente. Come disse Enzo Ferrari: "Non fare del bene se ti aspetti una ricompensa."
    Un saluto affettuoso

    RispondiElimina
  30. il raccolto è, sempre, la misura del seminato....

    RispondiElimina
  31. In fondo non siamo tutti contadini alle prese con un campo da arare, da coltivare, da far fruttare? Può essere piccolo o grande, di terra fertile o di dura roccia, situato in campagna o in montagna, ma tutti noi abbiamo il nostro terreno, tutti abbiamo la possibilità di trarre il meglio da esso. Ma se anche ciò non accadesse, in fondo non potremmo trovar gioia nella soddisfazione per l'impegno messo nel lavoro, e nell'aver conosciuto tanti altri validi contadini?
    Un caro abbraccio e un sincero augurio di un felice Natale,
    Carmine

    RispondiElimina
  32. mi dice il cuore che si da senza guardare e si riceve senza sentire

    poi l'occhio sente e la vita va avanti cosi, senza un perché...

    sapere non é importante....

    saluti cari...

    linn

    RispondiElimina
  33. ~ iolosoxchecero
    essere rammaricati quando vedi che i tuoi sforzi e buoni propositi sono vani o non ricevono un minimo cenno.. è normale, la giustificazione che spesso mi do è che molte persone non sono capaci o si sentono in soggezione magari ad  esprimerlo quel cenno, e guardo avanti.. i terreni da coltivare sono molti e se semini bene prima o poi qualche frutto lo ottieni..
    .. quindi continua così abile contadinella, convinta e determinata ^ __ ^
    un abbraccio

    ~ alephh
    io sono convinta che funzioni un pò ovunque così..  se semini bene qualcosa puoi sperare di raccogliere.. ma se non semini nulla?? 
    più ottimismo e grinta  ^ __ ^
    un caro saluto

    ~ confessiogoliae
    .. uhm.. non so.. a volte possono verificarsi degli imprevisti  ^ __ ^
    un caro saluto

    ~ carmine
    hai detto praticamente tutto e in modo eccellente, la gioia non è solo veder prosperare un raccolto.. ma aver contribuito a realizzarlo.. ^ __ ^
    un caro saluto , gli auguri vengo a farteli

    ~ linn
    sempre belle le tue riflessioni, ed e vero forse non ha senso chiedersi perchè..
    un abbraccio



    RispondiElimina
  34. ~ Wolfghost
    chiaramente da entrambe le parti devono esserci buoni propositi affinchè le cose vadano bene, è merito sia del contadino che del terreno.. ma sapessi quanti terreni fertili poi tradiscono le tue aspettative..
    I contadini commettono molti errori.. è ineluttabile.. .. però è anche vero che spesso c'è un tantinello di egoismo ed opportunismo da parte di chi riceve.. ^ __ ^
    riguardo alla frase hai ragione letta "isolata" sembra un controsenso rispetto a quello che dico, forse dovevo spiegarmi meglio, pensavo si potesse capire dal primo commento, cosa intendevo..
    dicendo che "Dal nulla non proviene nulla" che secondo Parmenide
    significa essenzialmente che :
    "niente si crea dal niente, e nulla può essere distrutto nel nulla"
    intendevo dire che
    se nemmeno tenti di gettare semi, non puoi pretendere poi di raccogliere frutti, e tantomeno affermare che ti sei prodigato ma che tutto è andato distrutto.. se non hai creato nulla..

    e mi ricollego al concetto di Divenire secondo il quale..
    "ogni cosa è soggetta al tempo e alla trasformazione, e anche quello che sembra statico alla percezione sensoriale in verità è dinamico e in continuo cambiamento"..
    e quindi prima o poi si ha sempre un piccolo rientro anche se non nella stessa misura..perchè
    il divenire è la condizione necessaria dell'Essere e della vita stessa.
    e quindi così come
    è impossibile bagnarsi due volte nello stesso fiume, perché dopo la prima volta, sia il fiume (nel suo perenne scorrere) sia l'uomo (nel suo perenne divenire) non sono più gli stessi.

    è anche impossibile che i tuoi sforzi sia sempre vani e senza alcun risocntro, perchè le condizioni e le persone cambiano..

    conosco il detto 
    "fai del bene e scordalo.. fai del male e tienilo a mente"
    era mia nonna alla quale ero molto affezionata a ricordarmelo sempre

    un caro saluto ^ __ ^ 
     

    RispondiElimina
  35. ahahahahah
    mi ha fatto sorridere il tuo offrirti
    a voler cicire il mio anno
    pensavo posso portarti anche tutti i mie vestiti:D
    aahhahahahaha

    Non so come spiegarle certe cose
    ma penso tu le conosca già
    proprio per quanto ci siamo aperte
    in modo così naturale e senza forzature.
    Il resto te l'ho scritto nel mio ultimo pvt;))
    Un abbraccio meraviglia...

    Chi semina bene raccoglie bene
    e se si presenta la tempesta
    basta essere pronti a rimandarla indietro
    da dove è venuta...

    Lei alla fine ci tenta sempre
    a venire a buttar giù quanto
    di buono sei riuscita a costruire
    ma è l'unica gratificazione che ha
    non sapendo che quando ci riesce
    tu costruirai di nuovo tutto e anche meglio...
    Nulla si perde...
    e quel che si lascia non era importante
    ...ma lei non lo sa...;)))
    bacio

    RispondiElimina
  36. ~ yeiazel
    perchè no, un po' di tempo fa.. uhm facciamo una ventina di anni fa, ho fatto un corso di taglio e cucito e con i cartamodelli creavo per me stessa un sacco di cosine,  potrei cimentarmi di nuovo ^ __ ^

    .. le tempeste, accidenti a loro quante volte arrivano indisturbate a rovinare tutto, ma io sono tenace e testarda.. difficilmente mi scoraggio  ^ __ ^
    e anche se radono tutto al suolo, io ricomincio..

    grazie per le tue belle parole
    un abbraccio e un bacio

    RispondiElimina
  37. Non esiste verità piu assoluta, tutto ciò che dai, ciò che doni in un modo o nell'altro ti ritornerà, tutto, sotto qualsiasi forma. Intervento interessante.
    A presto

    RispondiElimina
  38. è un post bellissimo, profondo e pregno di significato.
    mi rifaccio alla tua frase che dice:
    nella vita quello che semini raccogli
    ho notato che le persone,che hanno vissuto, nell'aridità, nella cattiveria, nella crudeltà, si sono trovate poi negli ultimi anni della loro esistenza a dover fare i conti con la vita  e a dover pagare lo scotto per il loro operato, invecchiando e morendo nella solitidune e nella sofferenza fisica.
    non racconto questo per un senso di trionfo o di risarcimento verso chi ha inflitto sofferenza agli altri.
    piuttosto queste vicende, sono lo spunto, per riflettere  su me stessa  e sul mio operato per essere in pace con me stessa e con gli altri.

    RispondiElimina
  39. ~ Solitudini
    è come dici tu, prima o poi... e sotto qualsiasi forma..
    grazie per le tue riflessioni

    ~ flammula
    .. quando mi capita di vedere persone come quelle che tu descrivi.. non posso a fare a meno di dispiacermi comunque ..
    .. perchè è vero che nella vita ci sono molte persone che pensano a coltivare solo il proprio orticello.. ignare e menefreghiste di tutto quello che ruota intorno a loro, ma chi si adatta e lasciarle invecchiare sole e nella soffrenza fisica ..non si comporta meglio..
    .. come tu dici sono uno spunto importante per riflettere..
    grazie per le tue riflessioni
    un caro saluto


    RispondiElimina
  40. Condivido il tuo bel pensiero :-)
    In effetti è così... generalmente ci sembra di raccogliere meno di quello che abbiamo seminato.
    Credo però sia opportuno fare un bilancio sulla distanza, a quel momento i conti dovrebbero quadrare ;-)

    Un grande abbraccio

    RispondiElimina
  41. ~ edio 
    è come dici tu alla lunga i conti tornano, e se anche dovessero differire un po', possiamo sempre chiudere un occhio e farli quadrare comunque.. ^  __ ^
    grazie 
    un caro saluto e un abbraccio

    RispondiElimina
  42. E se tu semini, e curi, e proteggi, e aiuti a crescere, e gioisci delle loro gioie e soffri per i loro dolori... 
    E se ti sembra di aver dato tutto quanto potevi fino allo stremo delle forze ma le persone che tu più ami al mondo non ti amano più?
    E' devastante, e mi chiedo ogni giorno dove ho sbagliato, e se è vero come è vero che amare per la gioia di dare sè stessi senza avere nulla in cambio si può, ecco mi chiedo perchè i destinatari del mio amore non mi amano più? Dove ho sbagliato?
    Ho seminato. Ho dato tutto. Non mi è dato godere dei frutti, spero però che queste piantine, diventati alberi, diano frutti belli e sani, e non importa se io non ne godrò.

    RispondiElimina
  43. ~ sim.64
    .. leggo molta amarezza e sofferenza in questo tuo post e mi dispiace.
    Purtroppo a volte capita che nella vita uno dei due smetta di amare, ma questo non significa necessariamente che tu abbia sbagliato.. o che non sia meritevole di esere amata, spesso il tempo ci cambia a tal punto.. ed allora succede magari che ci si perda strada facendo..

    Ma la vita è una madre dolce e severa allo stesso tempo.. l'importante è riuscire sempre a trovare in sè la forza per elaborare questo dolore e soprattutto riuscire ad espellerlo.. perchè non avvelini il nostro presente e pregiudichi il nostro futuro

    quindi non smettere di seminare o di credere.. non sai mai cosa ti può riservare il domani..
    un abbraccio

    RispondiElimina