mercoledì 16 dicembre 2009

Diafana


Ci sono giorni, in cui ti senti evanescente, gli sguardi indifferenti della gente, ti attraversano, fendono l'anima, entrano ~ traspirano ed evaporano, dissolvendosi alle tue spalle, come fossi invisibile

ma tu, sei li...
fragile e vulnerabile

lacerano


"Silent Angel" ~ Katarzyna Dietrych

78 commenti:

  1. Ci sono momenti in cui ti senti invisibile...
    ..  ed è una bruttissima sensazione, poi in questi giorni frenetici che precedono le festività quando tutto ruota vorticosamente intorno a Te, la sensazione si fa ancora più palpabile..

    magari è solo un po di sindrome pre-natalizia.

    RispondiElimina
  2. oso dire: è la carne,
    in nessuna resurrezione,
    l'evanescenza al guinzaglio.
    L'orizzonte inafferrabile s'arrotola
    meta del corpo,

    dolorosa anima dall'altro capo
    meta irrangiungibile.

    Transit Scarpantibus

    RispondiElimina
  3. La sindrome natalizia ci colpisce in modi diversi. Oltre a quello che avverti tu, c'è anche un sottile velo di malinconia che dilania l'anima. Fortuna vuole che, generalmente, queste sensazioni dall'apparenza negativa siano dissipate con l'arrivo del giorno di natale vero e proprio. Perlomeno è sempre stato così per la maggior parte delle persone. Non sarà così per me che vivrò un natale particolarmente triste, ma cercherò di farne tesoro in egual modo.
    Un sorriso a te per una solare giornata.
    ^____________^

    RispondiElimina
  4. ah,
    dimenticavo.
    oggi
    mi soggiogano
    parole allo stato brado.
    lasciarsi andare...
    alle parole che nascono
    dalle vette, dalle sorgenti,
    dei fiumi, dei laghi e,
    dalle nere pozzanchere

    appostati come cecchini
    dentro ognuno

    che a guidarci
    nella presente cecità
    sia
    il mistero,

    il palpito autentico dell'uomo
    animale,
    stomaco impallinato.


    Transit Scarpantibus

    RispondiElimina
  5. Ieri in versione con tanto di spada.. oggi pure donna invisibile!!
    'mazza... i superpoteri si moltiplicano.. domani m'aspetto di vedere la donna ragno! :-))))

    BUONGIORNO!!!

    RispondiElimina
  6. ~ Transit Scarpantibus

    .."l'evanescenza al guinzaglio"..  mi piace questa definizione, così  come
    .. "quell'orizzonte inafferrabile s'arrotola" ..
    a volte la sensazione è proprio  di inafferrabilità.. cammini, cammini.. ma la meta anzichè avvicinarsi si fa sempre più distante e irragiungibile.

    Molto bella anche la deinizione delle   "parole allo stato brado"
    .. è così che deve essere, le parole perchè siano genuine devono fluire e sgorgare via libere ..
    .. ma spesso come tu dici c'è un cecchino appostato dentro di noi.. che ne vieta il passaggio e intima loro l'altolà.. e impedendogli di vedere la luce..
    sto scrivendo un post al riguardo ..

    d'effetto dirompente.. è anche il tuo definire..

    il palpito autentico dell'uomo
    animale,
    stomaco impallinato.

    mi piace il tuo stile e le metafore di cui ti servi per descrivere sensazioni, emozioni, stati d'animo.. è un piacere  ospitarti tra i miei commenti.
    un caro saluto

    RispondiElimina
  7. ~ Keypaxx

    le festività dovrebbero renderti allegra ed euforica..  ed invece chissà perchè a volte accentuano stati d'animo malinconici, che è come mi sento in questo periodo della mia vita.. anche se ad essere sincera un pò di "dolce o  dolciastra"  malinconia mi accompagna da sempre..

    Una volta un amico, spedendomi una cartolina che ritraeva Budapest al tramonto per descrvermi, scrisse:
    "Una cartolina intonata al tuo personaggio, bella ma sempre un pò nuvolosa con riflessi rossastri"    (il rossastri era riferito al colore dei miei capelli rossi).

    ..  però è vero, spesso  l'atmosfera di amicizia ed allegria che si respira nei giorni di festa, quando ci si ritrova tutti insieme.. aiuta a dissipare la malinconia.

    Mi dispiace sapere che per te sarà un triste Natale e spero davvero che in qualche modo tu riesca a spazzare via le nuvole.. per far entrare qualche raggio di sole..

    un abbraccio ^ ____  ^

    RispondiElimina
  8. ~ gabbianobianco
    le mie risorse segrete non hanno limiti.. laddove non ne ho.. me le invento ^  __  ^
    grazie per avermi fatto sorrridere
    un abbraccio
     

    RispondiElimina
  9. :-))) Eheheh... stai a vedere che ho i superpoteri pure io?? ^___^

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  10. Lacerano perchè sono occhi ciechi occhi che non vedono, occhi incapaci di fermarsi e soffermarsi.

    Lacerano per la loro assenza, per il loro non esserci, per il loro inconsapevole cancellarci dal loro orizzonte.

    ... ch

    RispondiElimina
  11. ~ gabbianobianco
    .. quello di portare con Te, buon umore e allegria lo possiedi sicuramente un bacetto ^ __ ^

    ~ Baol
    grazie detto da Te lo ritengo davvero un bel complimento.
    un abbraccio

    ~ Chantilly
    .. hai scritto due bellissimi ed intensi pensieri, parole che ben descrivono lo stato d'animo di chi è attraversato da quegli sguardi...
    .. sguardi  che sono come un fendente..
    un abbraccio

    ~ azalearossa
    questo tipo di sensazioni ci accompagnano spesso,  e mi rattrista sapere che altre persone ed anche Tu riesca a sentirti così.. f
    .. orse dovremmo cercare di sensibilizzare di più le persone.  insegnare loro a saper guardare  e a cogliere l'impercettibile..
    un abbraccio



    RispondiElimina
  12. io è da un bel po' che lotto con la mia sensazione di Invisibilità

    è un non essere
    un  non sentirsi
    quasi un non vivere

    RispondiElimina
  13. oh si...lacerano.
    giorni come gomitoli di dolore.

    RispondiElimina
  14. essere guardati senza essere visti è la sensazione più angosciante che si possa provare. "Come puoi, ti chiedi, non vedermi? Sono qua, carne e sangue, cuore che batte e testa che pensa, ho un'ombra qui dietro di me. Non sono invisibile, guardami!" E' una sensazione dolorosa. Perché ci si sente incompresi. Però vorrei dirti una cosa. Parlo di me, perché non so se in questo post parlavi di te. Io dovrei imparare a dare più valore (io per prima) a ciò che faccio e a ciò che voglio. Il mio essere super-donna, tuttofare, indipendente, autonoma, a volte mi si ritorce contro. Perché "gli altri" non riescono a percepire i momenti in cui ho bisogno di una mano. Mi credono capace di tutto. E allora, anziché soffrire perché non mi vedono, mi impegno a essere io più visibile agli altri. Questa digressione non toglie nulla alla considerazione generale che il mondo ha una spiccata propensione per l'egoismo e l'ingratitudine. Un abbraccio. P.S. Io ti vedo.

    RispondiElimina
  15. Ehmm... Harmelì.. non puoi lottare contro l'invisibile!! Ci vuole per lo meno la super vista.. ma devo proprio insegnarti tutto io?? :-)

    RispondiElimina
  16. @ Alba..

    Grazie.. spero che se andiamo al bar paghino loro.. :-)))

    RispondiElimina
  17. E chissà, c'è chi amerebbe vivere 100 di questi giorni e chi invece non riuscirebbe a sopportare (anche solo per un minuto) di essere diventato evanescente...

    RispondiElimina
  18. sentirsi trasparenti potrebbe servire qualche volta nella vita....
    magari quando c'è da pagare l'ennesima bolletta del gas..
    qui si gela...e bisogna risparmiare...
    al natale io non ci sto pensando proprio per niente
    vorrei fosse già febbraio
    ti abbraccio alba

    è una sensazione triste però sentirsi così...

    mi è venuta in mente questa bellissima canzone di fossati

    RispondiElimina
  19. Per queste parole un po' amare hai scelto un bellissimo quadro

    RispondiElimina
  20. In effetti la solitudine si sente di più quando si è in mezzo alla gente.
    Buona serata alba dai capelli rossi:)

    RispondiElimina
  21. Ci sono anche giorni che vorresti proprio essere invisibile... 

    RispondiElimina

  22.                                        un abbraccio e buona serata a tutti

    ~ harmel
    hai scritto davvero un bel pensiero, è proprio come dici..

    ~ Morfea77

    mi piace l'idea del dolore paragonata ad un gomitolo, magari strotolandolo ..

    ~ iolosoxchecero
    spesso quando scrivo parlo in terza persona, ma al 99% è sempre a stati d'animo, sensazioni o emozioni personali che mi riferisco.
    Anche io come te sono abituata fin da quando ero più giovane a pretendere il massimo da me stessa e difficilmente lascio trapelare qualcosa o mi faccio aiutare, cerco sempre di cavarmela da sola, sono una che è solita "implodere" nella vita e di questo non posso che biasimare solo me stessa.
    Ma non è tanto ad un'eventuale richiesta d'aiuto che mi riferisco, il discorso è un pò più ampio e complicato.
    vedi.. spesso sul lavoro, in amore, in amicizia, nella vita di tutti i giorni.. le persone smettono di "vederti".. "conoscerti".. "scoprirti".. "percepirti"..
    .. pensano di sapere chi sei o come sei fatta, cosa pensi.. solo perchè magari ti conoscono da tanto tempo, e finiscono quindi per dare tutto per scontato..arrivano più che altro ad "intravederti"..ma non come albafucens, semplicemente intuiscono "una presenza", un qualcosa che fa parte del loro quotidiano, sanno che ci sei e basta.
    .. a volte ho come l'impressione che se non ci fossi io in quel posto o in quel determinato momento, ma un'altra, loro vedrebbero comunque albafucens, perchè in realtà non ti prestano attenzione alcuna.. per loro diventi un'abitudine.. parte integrante dell'arredamento.
    La maggior parte delle persone cerca di conoscerti veramente solo all'inizio poi smette di meravigliarsi ed emozionarsi.

    ~ gabbianobianco
    .. la supervista?? ganzo.. se conosci il segreto non fare l'avara e svelacelo, uhm.. ho in mente parecchie cosucce che vorrei vedere..
    ho detto buon umore e allegria.. mica onassis..

    ~ jardigno
    a volte possono essere anche amici..

    ~ latendarossa
    .. beh se fosse per ascoltare ad esempio quello che magari le persone pensano realmente di te, o poter sbirciare dove non puoi, ben venga..

    ~ barchedicarta
    ..veramente carina, grazie per avermi strappato un sorriso e per la stupenda canzone, Ivano Fossati appartiene come molti altri cantanti alla mia adolescenza e mi piace moltissimo.

    ~ turquoise
    dici, peggio per loro.. quasi quasi provo a convincermene..
    grazie di cuore, per tutto.

    ~ nowhereman56

    il quadro è fantastico e avvolto come da un alone.. l'immagine di Lei è tra l'assorto e il malinconico, ed intitolandosi "Silent Angel", non so perché.. ma ho pensato potesse ben sposarsi con le mie parole.

    ~ caiovibullio
    hai perfettamente ragione, si può essere soli anche in compagnia ^ __ ^

    ~ aitan
    forse l'ideale sarebbe una giusta alternanza.. ^ __ ^
     

    RispondiElimina
  23. gli sguardi che ti passano attraverso... come se non esistessi... e da qui il porti domande sull'esistenza se è effimera o concreta... lascia davvero spazio a immaginazioni che dipendono dal momento in cui si vive l'osservazione non osservante

    come sempre belle parole e immagine meravigliosa

    un sorriso :)

    RispondiElimina
  24. non sei TU evanescente, lo sono gli sguardi delle persone che passano accanto e non guardano, e non riconoscono. Abbiamo si bisogno di essere riconosciuti, come i pastori hanno riconosciuto, in una notte fredda, che è nato il Salvatore.

    in questi giorni riflettevo di come la PRESENZA di Gesù è arrivata in un mondo in movimento. Tutti si spostavano per il censimento, intere famiglie erano in cammino e l'evento della nascita ha richiesto una fermata. E' anche questo un segno. Un segno di rottura dagli schemi e dal modo di vivere perennemente in movimento. Tutto il mondo era indaffarato e neppure una stanza era disponibile per l'evento della nascita. Tutto si è svolto nel più assoluto anonimato e direi semplicità, una semplicità forzata dal non avere nulla, dal non possedere nulla.


    ps. belle giornate di sole freddissime


    RispondiElimina
  25. FFFfffff...è proprio vero...però sono molto contento della mia fragilità.
    sono senza scudi e senza lancia in resta, ma vado avanti.
    Ohi se vado avanti :)

    ciao Alba
    Berry

    RispondiElimina
  26. ~ marinz
    ma che bel giro di parole   " l'osservazione non osservante"
    rende alla perfezione il significato.. grazie per il commento e l'apprezzamento
    un abbraccio ^ __ ^

    ~ scudieroJons
    .. mi poni un bel dilemma, ma in fondo se sono evanescente.. forse dovrei riuscire a passarci attraverso.. ^ __ ^
    un caro saluto

    ~ branzinoalsale
    .. dici bene abbiamo costantemente bisogno di essere riconosciuti.. rivalutati..  osservati ..
    è  molto intrigante e originale il parallelo che fai con il momento della nascita di Gesù, non ci avrei mai pensato, complimenti davvero..
    qui a Roma invece oltre al freddo di quest'ultimi giorni spesso piove.
    un abbraccio

    ~ Berry
    .. allora non è vero come dice William Shakespeare nell'Amleto, che
    "Fragilità, il tuo nome è donna"    ^ __ ^
    .. e tutto sommato riesco a conviverci abbastanza bene anche io con il mio modo di essere... perchè se fragilità come molti dicono è sinonimo di sensibilità, allora ben venga.. .. preferisco andare in frantumi e poi rimettere insieme i pezzi, che non essere infrangibile.
    un abbraccio e un caro saluto

    RispondiElimina
  27. L'importante è poi potersi rifugiare in sguardi che abbracciano. Un saluto.

    RispondiElimina
  28. E' terribile sentirsi invisibili, purtroppo è una senzazione che conosco bene.
    Un caldo saluto.

    RispondiElimina
  29. ... un soffio di vento gelido
    si percepisce nella sua glaciale impalpabilità ...

    ... come il tonfo sordo
    della pelle bucata
    da una sguardo maligno ...

    ... il dolore di non essere percepiti
    come profondo disprezzo per la propria umanità.

    ... tante, troppe volte, non è il dolore fisico quello più intenso ...

    RispondiElimina
  30. ~ caiovibullio
    ma grazie, io invece arrivo in tempo per augurarti buona serata
    un saluto

    ~ AntonioSabino

    .. direi che la tua cura per guarire mi piace assai, chiederò al dottore di farmela ripetibile la ricetta ^ __ ^
    un caro saluto

    ~ aleph
    già, purtroppo capita a tutti ogni tanto di provare sensazioni simili.
    Io mi sforzo sempre di guardare oltre a quella che è pura apparenza.. di cogliere i particolari, ma la maggior parte delle persone oggi è talmente presa da se stessa o dal vortice dei propri pensieri, della propria vita.. ..che non ha più tempo o desiderio di soffermarsi ad osservare..
    un caro saluto e benvenuto

    ~ cordachevibra
    hai scritto dei versi molto intensi e dall'effetto dirompente.. bellissimi !!
    .. il vento gelido che nulla può scaldare, gli sguardi che scavano solchi, parli di umanità.. .. direi che sei riuscito a cogliere e percepire perfettamente l'essenzialità e la vastità del malessere che si prova.
    .. ed hai ragione il dolore fisico a volte può essere lieve e trovare sollievo con le cure adeguate, ma le ferite provocate da ciò che è impapabile.. sono più lente e difficili da rimarginarsi.
    grazie per il bel commento
    un caro saluto 
     

    RispondiElimina
  31. esserci...l'importante è esserci.....................

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 10:27, 18 dicembre, 2009

      Sempre veritiere e sagge le tue parole, grazie ^ __ ^

      un abbraccio

      Elimina
  32. Risposte
    1. 10:29, 18 dicembre, 2009

      ieri sera non mi sono collegata, quindi leggo solo ora..
      grazie mille ^ __ ^

      Il foglio delle presenze dato che servir&à per i prossimi 200 anni ho pensato che questo potesse andare bene:

      un abbraccio e buongiorno

      Elimina
  33. Avrei voluto essere invisibile...
    Qualcosa che mi ricollega sempre
    ad una situazione passata...
    Quando mio padre mi accompagnava in piscina
    e mia nonna m'insegnava a suonare il piano.
    Allora avevo paura della gente e delle feste
    e la musica era l'unica mia vera amica.

    Avrei voluto Essere invisibile
    come una goccia d'acqua che cade solitaria
    da una foglia bagnata di rugiada
    nel mio infinito nulla.

    E c'è il Natale alle porte
    che ti impone d'Esserci
    come se fosse un dovere Esserci
    e non la gioia che dovrebbe derivare
    dal vedere unita la famiglia
    tutti i fratelli
    gli esseri umani in genere.

    L'unico momento in cui forse tutti
    davvero diventiamo buoni
    almeno per un giorno.
    Il motivo per cui penso che se credessimo di più
    in Dio ed in noi stessi
    forse tutto sarebbe migliore
    come un Natale che brilla di infinita Luce.

    Avrei voluto Essere invisibile
    scrissi anch'io qualcosa a riguardo
    e mentre lo scrivevo avrei voluto
    solo sentirmi viva
    mentre gridavo un silenzio
    spremuto di paura.

    Era tanto tempo fa...

    Ed ora mentre osservo la bellezza infinita
    dei tuoi versi
    e un quadro i cui fiori 
    puntano verso il basso
    a rivelare
    lo sguardo di una donna
    racchiuso in un segno di rinuncia
    Io dico :Voglio Essere qui...ora...

    Sai cosa mi piace leggendoti
    che riesci ad AttraversarMI.
    In pochissimi anzi quasi nessuno ci riesce.
    Splendida...
    Avrei voluto scrivere meglio.
    Ma ho ancora gli occhi che implorano il sonno.
    Caffé?:D

     


    RispondiElimina
    Risposte
    1. 10:35, 18 dicembre, 2009

      Sono molto belli e significativi anche i versi che mi hai lasciato tu.. specialmente quel
      "mentre gridavo un silenzio spremuto di paura"

      ...contenta però di sapere che si riferisce al passato

      Ti ringrazio tantissimo per le bellissime parole che esprimi sui miei versi e l'immagine che ho scelto per rappresentarli, sono lusingata, ma anche un po'confusa, perchè rileggendoli mi imbarazzo sempre un po' e a volte ho il timore di risultare inadeguata o bizzarra, ma a rendermi coraggiosa e pubblicarli, è l'anonimato, perchè nella vita reale MAI e poi MAI, esprimerei certe sensazioni o emozioni, così come faccio in questo spazio.

      E ti sei espressa al massimo perchè se quando hai sonno scrivi così bene.. figuriamoci quando sei vigile.. ^ __ ^

      un forte abbraccio e buona giornata.

      Elimina
  34. Speriamo sia sole per tutti, perlomeno dentro gli stati d'animo...
    Un sorriso per un sereno fine settimana a te.
    ^__________^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 15:03, 18 dicembre, 2009

      Vorra dire che ci impegneremo al massimo per far sì che i raggi del sole arrivino dove vogliamo.

      ... ricambio gli auguri di buon weekend ^ __ ^

      Elimina
  35.  Dove stà il foglio delle presenze da firmare?:-)

    buondì

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 15:07, 18 dicembre, 2009
      per i ritardatari, in direzione :)

      Elimina
  36. Rileggendo la poesia cercavo di capire quale fosse la parte più bella, ma in effetti mi son reso conto che questi pochi versi non vanno isolati gli uni dagli altri. E' nella loro successione, nel loro disporsi ordinati sulla "pagina" web che si cela il loro valore.

    Complimenti!

    PEr il mio racconto, beh, ti confesso che ho esorcizzato un po' una mia paura...in effetti anche io di tanto in tanto sono infastidito da dolori agli occhi, e a volte temo davvero di non riuscir più a sopportarli e mandar tutti e tutto al diavolo in maniera brusca...senza penna però!

    Carmine

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 15:15, 18 dicembre, 2009

      Hai scritto una cosa molto bella, grazie

      .. mi piace quel
      "loro disporsi disordinati sulla pagina"
      che conferisce loro valore, grazie davvero

      un caro saluto e buonweekend

      Elimina
  37. Risposte
    1. 15:17, 18 dicembre, 2009

      Ti meriti un super bacio e abbraccio, accetto volentieri
      stanotte ho dormito solo tre ore e mezza, purtroppo la mia insonnia ogni tanto fa capolino e penso di avere l'aspetto di uno zombie.

      buona giornata

      Elimina
  38. Però è bello sapere che anche nei giorni in cui mi sento evanescente c'è qualcuno che mi Ama senza misura...

    RispondiElimina
  39. Essì, alba. E' la più bella di 5 che ne ho nel giardino. E quasi senza alcun merito mio. Deve essere l'esposizione a SW e il fatto che a nord sono riparate dal muro di spinta.
    Ha avuto un meritato successo questo tuo post:) Bello:)

    RispondiElimina
  40. ciao cara, ho riflettuto sul tuo commento al mio e aggiungo una cosa. Hai ragione quando dici che spesso le persone smettono di scoprirci. Si accontentano di conoscerci per quello che siamo al momento delle presentazioni. Succede però che alcuni eventi ci cambiano (in positivo o in negativo), lasciandoci delle cicatrici o un bel sorriso. Eppure non vediamo intorno a noi lo sguardo avido di capire cosa è ci è accaduto. E' un po' come quando andiamo dal parrucchiere e nessuno se ne accorge...MA COME E' POSSIBILE, LI HO TAGLIATI TANTISSIMO!!!! Un abbraccio. 

    RispondiElimina
  41. Il brutto è quando con questi momenti ci devi combattere tutta la vita...Ma c'è sempre qualcosa che ti risolleva.

    RispondiElimina
  42. siamo umani, e come tali, fragili...
    e capaci di risalite rapidissime, dopo la discesa...

    bellissima e dolcissima...un abbraccio...

    RispondiElimina
  43. ....e in queste giornate così, di neve, di grigio, di freddo... questa ensazione si acuisce ancora di più.
    buona serata, e buon sabato.

    RispondiElimina
  44. Credo che l'indifferenza talvolta faccia più male dell'odio, perchè quest'ultimo in qualche misura alimenta, mentre l'indifferenza semplicemente svuota e rende inermi.

    Versi toccanti, come sempre i tuoi!

    RispondiElimina
  45.  ~ paolodemartino
    hai espresso un bel pensiero, grazie
    un caro saluto

    ~ caiovibullio
    le piante sono come gli essere umani se trovano terreno fertile crescono e si fortificano. Riguardo al post ho scoperto che a quanto pare che più chi meno siamo tutti un pò  invisibile a volte.
    grazie per tutto un caro saluto

    ~ iolosoxchecero
    concordo pienamente.. il più delle persone si accontentano dell'imprinting iniziale, senza rendersi conto che le persone come le cose evolvono..
    'mazza quanto sei carina con i capelli corti, un vero schiant, ti donano alla grande. ^  __  ^
    un abbraccio

    ~ hulda

    .. già tutta la vita sarebbe davvero triste, ma come tu dici alla fine si riesce sempre a trovare in noi uno stimolo che ci fa reagire e sorridere.
    un abbraccio

    ~ maipersempre

    si sale e si scende.. dici bene 
    ed io sono una che non si scoraggia o abbatte tanto facilmente, ogni tanto mi abbandono .. ma poi risorgo sempre..
    grazie un abbraccio

    ~ azalearossa
    hai ragione, sicuramente il tempo a volte contribuisce..
    buonweekend, un abbraccio

    ~ Wolfghost

    anche per me è così.. vittima e carnefice sono parole che non esistono nel mio vocabolario, non credo possano definirsi vittimismo questi stati d'animo, ma solo momenti di sconforto o fragilità che posssono affacciarsi di tano in tanto..
    .. e la porta è sempre aperta, magari ogni tanto la socchiudo e metto la catanella per impedire alle persone di erompere nella mia vita quando ho bisogno di riflettere.. ma chiusa MAI.
    un abbraccio e grazie per le tue riflessioni

    ~ RW2punto0
    la penso esattamente come te.. non c'è peggior cosa dell'indifferenza, perchè disorienta..
    grazie per l'apprezzamento
    buonweekend 

    ~ gabbianobianco
    ma che carina gli darei un mozzicotto sul culetto. 
    è suonata, è suonata.. da 'mo che sono in piedi sono già uscita a fare la spesa e sbrigato parte delle faccenduole casalinghe
    buongiorno anche a Te..
    un abbraccio





    RispondiElimina
  46. Buondì

    ho visto il foglio a pergamena..e la penna??

    che sia ben abbinata eh!
    e pure l'inchiostro..mi raccomando..!:-)

    buon sabato..e scusa se non sono presentissima, ma ho da fare con mio figlio che è stato operato!:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 15:50, 20 dicembre, 2009

      deliziosa Harmel hai delle priorità assai prioritarie a cui pensare, e per la penna.. ops che sbadata.. provvedo subito..

      Elimina
  47. Alba, non riesco a strarti dietro, sei una fonte inesauribile di poesia!
    Elegante...mi piace!

    Ti abbraccio...

    Laele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 15:55, 20 dicembre, 2009

      beh in effetti ho un passo veloce e in pochi ci riescono a starmi dietro, spesso a farlo gli viene il fiatone, eh.. eh.. :)) .. riesco sempre a distanziare nettamente tutti e a tagliare il traguardo per prima,scherzi a parte, l'importante per me è sapere che ci sei..

      un abbraccio forte.

      Elimina
  48. Il periodo natalizio fa certamente dei brutti scherzi...

    Gli sguardi indifferenti che ti attraversano sono un qualcosa di terribile ! Che brutta sensazione :-(

    Ti auguro uno splendido weekend !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 16:01, 20 dicembre, 2009

      brutta assai.. alcune persone non sanno guardare più in la del loro naso o lo fanno superficialmente catturando ciò che l'occhio percepisce solo come una visione d'insieme, senza cercare però i particolari, e cosìfacendo si perdono un sacco di cose.

      grazie spero sia splendido anche il tuo

      Elimina
  49. Risposte
    1. 16:03, 20 dicembre, 2009

      per fortuna non molti o comunque alternati ad altri in cui la tua presenza si fa sentire
      un caro saluto e buon weekend, vissuto da visibile ^ __ ^

      Elimina
  50. Seeeeeeee.. d'oca!! A me ancora mi fa male!!
    M'hai beccato nel sonno.. infatti guarda a che ora m'hai fatta sveglià!! Grrrrr...
    Buona domenica ladra di piume! :-)

    ps. L'immagine che ha postato Glicine è favolosa.. eheheh.. ma la slitta quest'anno s'è fatta montare il turbo??? :-)))))

    RispondiElimina
  51. ~ gabbianobianco 
    'naggia eppure sono entrata quatta quatta.. è che l'oca starnazzava come un'ossessa e non sono riuscita a prenderla,  tu eri lì che dormivi beata, e mi son detta ma sì.. ^ __ ^
    eh.. hai visto che velocità la slitta, non esiste più il Babbo Natale di una volta.. 
    buona domenica anche  a TE

    RispondiElimina
  52. ci sono giorni in cui osservo l'indifferenza della gente con dolore, così come tu scrivi, e vorrei fermarmi a parlare con ciascuno di loro; sentirmi presente, viva. Sono i giorni in cui sono triste, avverto l'inevitabile solitudine dell'essere umano.
    Sono i giorni in cui sono infinitamente felice, e ricordo qualcuno fra la folla, ferito dall'indifferenza.
    Qui, però, non è così, no?
    un abbraccio stretto

    RispondiElimina
  53. Ti lascio il mio augurio sincero, Alba

    RispondiElimina
  54. ~ prabhu
    hai scritto dei bei pensieri amica, e se arrivi a perceperire..
    .. "l'inevitabile solitudine dell'essere umano"
    significa che i tuoi occhi sono sempre attenti quando si posano sulle persone e il tuo sguardo anzichè attraversarle le scalda.
    un abbraccio

    ~ mowhereman56
    ti ringrazio e ricambio con affetto
    un caro saluto

    ~ LudmillaParker
    Hai perfettamente ragione, e a volte vorrei essere meno vulnerabile.. ma proprio non ci riesco, pensa che anche qui nel virtuale spesso mi lascio coinvolgere emotivamente, figuriamoci nella vita reale.
    grazie per il bel pensiero
    un abbraccio

    ~ caiovibullio

    . ti appoggio pienamente, anche se
    .. uhm forse l'Ufficio chiuderebbe e non sarei così costretta a lavorare anche il 24 e il 31 dicembre ^ __ ^
    un caro saluto
     

    RispondiElimina
  55. Evvabbeh, che vuoi che sia!;) pure io lavoro il 24 mentre il 31 spero di no;)
    Buona serata, io sto per uscire:)

    RispondiElimina
  56. ~ caiovibullio
    l'unica nota dolente di lavorare in quei giorni è che la  città impazzisce e gli autobus non passano mai.. sgrunt..
    .. per il resto l'Ufficio è semi-deserto e si sta piuttosto tranquilli
    un caro saluto e divertiti stasera

    ~ iolosoxchecero

    .. allora non mi lamento.. ^ __ ^
    io lavoro fino al 31 per poi poter stare a casa il ponte dell'epifania e non vedo l'ora sono stanchissima, vorrà dire che il 24 ci andiamo a prendere un aperitivo insieme.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  57. Alba, oltre ad essere "di vetro" spesso nella realtà, questo essere inascoltata quando chiedo aiuto è un sogno ricorrente da cui non riesco a liberarmi. L'origine credo che sia nell'anomalia del sonno: i medici non ci capivano niente, finchè una neurologa ha trovato un articolo del Mount Sinai Hospital di New York. Da allora tutto è andato meglio... però essere impotente, chiedere aiuto mentre gli altri continuano a parlare tra loro, questo incubo ricorrente mi è rimasto, con una grande angoscia. Ce l'ha anche una mia amica che grazie al cielo ha buona salute: però anche lei, nella realtà, spesso non è ascoltata (inutile dire che è molto intelligente e sensibile...)
    Allora ho letto e mi sono sentita in compagnia, un bacio...irene : )

    RispondiElimina
  58. ~ dalfusoditaiwan
    .. accidenti quello che racconti è davvero difficile da sostenere.. mi dispiace,  nella realtà si può cercare di reagire a questo stato.. ma nel sogno che ci coglie ancora più fragili e vulnerabili.. come affrontarlo.. ??
    Spero che con il tempo questi incubi spariscano..
    ti abbraccio forte
    un caro saluto

    RispondiElimina
  59. ...ma ci sono anche tanti momenti in cui vorresti esserlo e non lo sei Alba...e si darebbe l'anima per non essere visti ..desiderando soltanto
    di essere anonimi tra tanti...
    ...e  si percorrono strade soltarie per evitare la crudele invasione di sguardi  e presenze non desiderate...ci si sente troppo trasparenti ed
    anche la troppa presenza può rendere più fragili...
    Ma anch'io come te, so cosa vuol dire essere invisibili...ed esserne feriti...ma questo appartiene di più all'oggi che a ieri...ma non sempre fà
    pù tanto male..non sempre Alba..
    grazie per questo post..riguarda l'umanità intera..ed i tuoi versi ,anche se tristi...molto incisivi e toccanti..a presto Alba

    RispondiElimina
  60. ~ 2fiore1
    hai espresso dei pensieri molto profondi.

    .. forse è vero a volte quando hai bisogno di silenzio e di riflettere, o non ti senti bene con te stessa, vorresti essere trasparente.. ma magari solo per rinfrancarti e rafforzarti.. solidificare la tua immagine.. .. e molto spesso la troppa presenza se inerrme.. fine a ses tessa.. rende ancora più fragili, hai perfettamente ragione.

    .. ma per il resto non so.. rendersi conto nonostante ci si sforzi di far vedere che c'è molto di più oltre quello che è visibile e lampante, essere invisibili, perché il più delle volte le persone si limitano ad uno sguardo superficiale, senza cercare di andare oltre.. di capire.. è triste

    .. è come guardare un bel quadro e dire "si bello" senza però notarne le sfumature.. l'armonia.. cercare di capire cosa l'autore voleva rappresentare e comunicare
    grazie a te per aver espresso dei pensieri così delicati
    un abbraccio
     

    RispondiElimina
  61. ...i tuoi versi per me Alba,sono stati fortemente evocativi...ed hanno un grandissimo valore ...sia per ciò che hai voluto condividere con noi...e te ne sono grata...anche se è ovvio che mi dispiace per ciò che puoi provare ...e che provo anch'io tante volte....
    Ma, quando dico che sono tristi...e dò alla tristezza il pregio di un sentire delicato e profondo...non perdo mai di vista l'insieme..Noi,esistiamo nell'interezza delle nostre vite ed esperienze...grazie ancora Alba

    RispondiElimina
  62. ~ 2fiore1
    sei molto saggia e  hai detto una bellissima cosa: 
    "Noi,esistiamo nell'interezza delle nostre vite ed esperienze". 
    e sai anche io attribuisco alla tristezza un sentire delicato e profondo.. e a volte quando mi lascio avvolgere da questa velata sensazione.. poi sto meglio.
    grazie per la tua delicatezza e sensibilità
    un abbraccio

    RispondiElimina
  63. ...quegli sguardi...se solo fossero capaci di saper vedere Oltre....

    una bellissima lirica

    [grazie per l'emozione e la condivisione di uno stato d'animo che sento m'appartiene]

    un caro abbraccio e l'augurio di giorni lievi e sereni

    Blue

    RispondiElimina
  64. ~ timeline
    il più delle volte le persone forse troppo prese dai ritmi vorticosi della propria vita, smettono di dedicarsi alla ricerca dei particolari e delle piccole cose, si fermano alla superficie.. semplicemente si accontentano di ciò che lo sguardo capta di sfuggita senza chiedersi più di tanto.. .. ma cosa ancora più triste smettono di stupirsi.
    ti ringrazio per l'apprezzamento e mi spiace sapere che questo stato d'animo contagi anche Te, avrei preferito saperti visibile e serena
    ricambio quindi lo stesso augurio che rivolgi a me, spero che i tuoi giorni saranno sereni e lievi
    un caro saluto 

    RispondiElimina