martedì 16 giugno 2015

[I treni di Tozeur...]


... e per un istante ritorna la voglia di vivere a un'altra velocità

Fin da piccola ho sempre amato i treni, anche quando semplicemente li guardi ed è solo nella tua testa che parti. Te la ricordi Elena, la Via Casilina al Pigneto quando era ancora a doppio senso, e tu, piccina picciò, tornando da scuola ti fermavi tutti i giorni sul ponte della ferrovia, le mani aggrappate alla rete di protezione a guardare estasiata [ghermita] i treni che sussultando - tu~tum tu~tum come un cuore che batte - correvano, galoppavano sulle ali della fantasia verso l'orizzonte, l'incognito. Quante evasioni... viaggi, posti meravigliosi avete esplorato insieme, ed anche ora che sei adulta, come allora, quando vedi i treni, tu sali e parti...

"Gradiva le differenze: forse per questo viaggiò tanto."

~ Jorge Luis Borges ~


photo by ~ Norman Parkinson ~


E adesso aspetterò domani
per avere nostalgia
signora libertà, signorina fantasia
così preziosa come il vino

così gratis come la tristezza
con la tua nuvola di dubbi e di bellezza.


~ Faber ~

17 commenti:

  1. IL fascino dl treno: mi incanto anche ora,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) sì hanno fascino tant'è che li trovo molto romantici altresì rappresentativi della vita... fatti di coincidenze, partenze, arresti, arrivi e tanto altro sempre in viaggio... esplorazione

      Elimina
  2. chissà se esiste qualcuno che non sente il fascino del treno :-) Io sì, ho sempre adorato viaggiare in treno, anche al giorno d'oggi che è di gran moda l'aereo. Buona serata mia cara Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie e considerata l'ora... :) buona serata anche a te Alidada

      il treno e l'atmosfera soft ed un po' magica che crea, lo preferisco senza ombra di dubbio all'aereo ^ _ ^

      Elimina
  3. sono stata invidiata da cugini, figli di amici e nipoti perché da casa si vedono i treni passare :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... fino a 13 anni ho abitato a ridosso dei binari, a separarci solo una strada, la Via Casilina, ed oltre ad ammirarli dalla finestra praticamente mi ci addormentavo con il loro tu-tum, ora non più, quindi forse un pochetta di sana e genuina invidia la provo anche io :D

      un abbraccio *

      Elimina
  4. Me ne ricordo uno di treno, https://www.youtube.com/watch?v=X3fy8kBB9lw

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che bella GIò :)
      grazie per questa perla... di Piero Ciampi un cantante forse sconosciuto ai più, amo particolarmente alcune canzoni... melodie... dolci ed intense come questa, che sei andato a ripescare... ^ _ ^

      un sorriso

      Elimina
  5. Corre, corre, corre la locomotiva... ah no scusa è un'altra storia quella.

    Bello il tuo post anche se, all'inizio, pensavo volessi fare riferimento allo spot della FrecciaRossa 1000 (di cui leggo tante polemiche social in giro)

    Anche io sono sempre stato affascinato dai treno, e forse, anche oggi, quando posso, torno bambino soffermandomi a guardarli.

    Un sorriso,
    Marinz

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) ... belle che erano le locomotive con la loro andature tutta sbuffi

      e no assolutissimamente nessuna polemica ^ _ ^ solo un po' di dolce, sana, nostalgia, pensa che proprio questo weekend appena passato per accompagnare mia figlia ad Acerra ad un raduno, ne ho presi ben 4 di treni: due regionali, un freccia rossa e un feccia d'argento, 'na pacchia :))

      un sorriso anche a te :)

      Elimina
    2. ehm rileggendo... che scrissi @ . @ che sia un lapsus freudiano :D
      mi correggo chiaramente è freccia d'argento, altrimenti potrebbe sembrare una polemica ^ _ ^

      Elimina
  6. Mio nonno lavorava in ferrovia, sono cresciuto vicino ad una ferrovia ... quindi ogni volta che sento quel rumore è come tornare a casa.
    Un saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) ... bello leggere che siamo in molti ad amare i treni e ad essere accomunati da ricordi legati al loro sferragliare

      un caro saluto

      Elimina
  7. Il treno ti da la possibilità di pensare prima e di immaginare il viaggio. Poi te lo fa centellinare e analizzare. Ti aiuta a crescere nel viaggio, per questo è una dimensione a parte, anche se non viaggi più non dimentichi il senso profondo del movimento e della scoperta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^ - ^ ... sì è proprio così, il viaggio prosegue... una volta scesi dal treno.

      Dietro a un miraggio c'è sempre un miraggio da considerare, come del resto alla fine di un viaggio, c'è sempre un viaggio da ricominciare. (Francesco De Gregori)

      Elimina
  8. bello legerti e ritrovarti
    ti auguro un giorno sereno

    RispondiElimina
  9. bello legerti e ritrovarti
    ti auguro un giorno sereno

    RispondiElimina