lunedì 3 ottobre 2011

Natura Naturans


E così, sei stata via, iniziavo a pensare che non saresti più tornata

No, sono solo stata un po' lontana, sfocata, spesso poco percettibile anche a me stessa, avevo sola~mente bisogno di dare nuova forma, pienezza ai contorni forse un po' evanescenti. Sai, a volte, può semplicemente accadere come mi ha detto un'amica: "di non avere la testa ed il cuore giusti per stare qui..." e la lontananza, diviene quindi indispensabile.

Ma non è ancora arrivato il momento di comporre la parola "FINE", il mio viaggio è appena intrapreso, e poi, tu lo sai quanto io sia curiosa, di come mi piaccia riuscire ancora a meravigliarmi, ho così tante parole da catturare ed altrettante da pronunciare, e ancora tanto, troppo, da imparare, solo il tempo di riprendere il ritmo, e torno pian pianino a leggerVi e risponderVi

"Se il corpo prova esilio è nella pelle"

~ Erri de Luca ~


~ artista sconosciuto ~

36 commenti:

  1. Questo Erri de Luca mi ha proprio incuriosito, con queste sue citazioni che fai spesso, mi hai fatto venire la voglia di leggerlo. :-)
    Ieri appunto ho comprato un suo libro. :-)

    Bentornata, cara Alba-che-splende. :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 07:40, 7 ottobre 2011

      E' vero mi capita direi spesso di citarlo chiaramente non è l'unico autore che leggo :)
      però non so... mi piace molto il suo stile narrativo, mi emoziona... lo trovo intenso, raffinato, elegante, alcune delle sue frasi semplicemente mi si attaccano addosso...

      Splendente ad essere sincera mi ci sento poco in assoluto e ancora meno ultimamente, mi sento più diafana... trasparente, ma in qualità di alba non posso mica esimermi dal sorgere e risplendere :)

      un abbraccio

      Elimina
  2. Le anime pure e sensibili assorbono come spugne la vita, a volte devono fermarsi per respirare... Io ti abbraccio, più forte che posso

    Maraptica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 07:46, 7 ottobre 2011

      Credo tu abbia ragione... ed io la vita con tutti i suoi perché la assorbo... respiro voracemente, sia nelle gioie che nei dolori, ma a volte non vorrei sai.. perché essere sensibili significa anche essere vulnerabili, fragili, forse esserlo chissà ti aiuta ad essere più accorta nei confronti delle persone e di ciò che ti circonda, ma ti espone anche maggiormente...

      il tuo abbraccio me lo prendo tutto * . *
      e lo ricambio, grazie :)

      Elimina
  3. Risposte
    1. 07:48, 7 ottobre 2011

      grazie ^ _ ^
      questo posto e i vostri scritti, parole iniziavano a mancare un po' anche a me

      un abbraccio

      Elimina
  4. E' un bene che tu sia tornata.
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 07:50, 7 ottobre 2011

      Ti ringrazio :)) ma prima di dirlo aspetta che io riprenda a sfogliare regolarmente le tue pagine e lasciarti commenti sproloquianti ò . ò

      un sorriso

      Elimina
  5. Ha ragione  Irene!!! E' proprio bello ritrovarti e ho sentito la tua mancanza, le parole, la tua scrittura, non andartene più. baci Lietta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 07:55, 7 ottobre 2011

      Grazie per le belle parole ^ __ ^
      e facciamo così te lo prometto a metà perché non so se poi sono capace di mantenerla la mia promessa.

      un abbraccio

      Elimina
  6. Arrileggerci ancora, lungamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 08:06, 7 ottobre 2011

      si a rileggerci ^ __ ^

      "Il tempo per leggere, come il tempo per amare, dilata il tempo per vivere."

      ~ Daniel Pennac ~

      un caro saluto

      Elimina
  7. è bello, di tanto in tanto, farsi un giretto nel mondo reale, scoprire che non è poi tanto male, nemmeno quello che si è chiuso alle spalle

    :-)
    un abbraccione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 07:24, 10 ottobre, 2011

      Sì è bello ma soprattutto costruttivo...
      anche quando la vita ci chiama per far fronte ad eventi che ci mettono alla prova, in fondo questi due chiamiamoli "mondi paralleli" spesso si intersecano e completano,

      Ogni partenza poi... presuppone un ritorno e tutto quello che c'è in mezzo è esperienza, vita...


      Spesso sento che vado in qualche regione distante del mondo per ricordarmi chi sono veramente... Spogliato del tuo solito ambiente, dei tuoi amici, delle tue abitudini quotidiane, del tuo frigorifero pieno del tuo cibo, del tuo armadio pieno dei tuoi vestiti, sei costretto a un'esperienza diretta. Tale esperienza diretta inevitabilmente ti rende consapevole di chi è che sta facendo tale esperienza.

      ~ Michael Crichton ~

      ricambio l'abbraccio e il sorriso

      Elimina


  8. Ciao, ti lascio una canzoncina che forse non ha la profondità di tanti scrittori.
    Ma non è da sottovalutare. In fondo dice che dopo ogni fase della nostra vita e ogni volta che cambiamo ruolo...c'è sempre una ripartenza.
    Que sera sera.
    E buona sera a te:)

    RispondiElimina
  9. Risposte
    1. 07:30, 10 ottobre 2011

      a determinare la profondità di uno scrittore, una poesia, una canzone e così via... siamo quasi sempre ed esclusivamente noi, con il nostro modo di percepire, e ogni volta che cambiamo o completiamo il ruolo che ci viene di volta in volta assegnato, ripartiamo quasi sempre più consapevoli.

      Sul ciò che sarà chi può saperlo, lasciamo che sia il tempo a risponderci... l'imprevedibile è ciò che più di ogni cosa plasma noi e le nostre esistenze, la canzone è deliziosa :)

      "La vita è quello che ti succede mentre sei impegnato a fare altri programmi."

      ~ J. Lennon ~

      un caro saluto

      Elimina
  10. è necessario, talvolta, trovarsi smarriti...aiuta a ritornare, arricchiti, a se stessi....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 07:37, 10 ottobre 2011

      ed io mi smarrisco così spesso, forse mi interrogo troppo...
      però riesco quasi sempre a ritrovarmi :))

      un caro saluto

      Elimina
  11. non è la prima volta che citi "erri de luca" ...

    ben tornata in questa "inconsistente" ma "calda" casa virtuale :-)
    (stavo per mandare messaggi di fumo a Roma...) ahahah

    un abbraccio
    Isaac

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 07:40, 10 ottobre 2011

      Leggo molti autori ma di Erri sono parecchie le frasi che mi colpiscono, trovo che abbia una tale delicatezza, intensità nell'esprimere... e poi diciamolo è anche un gran bell'uomo, ha un viso molto carismatico di quelli che raccontano...

      messaggi di fumo ^ __ ^
      farò un corso accellerato allora nel caso sparissi di nuovo :))

      un abbraccio

      Elimina
  12. @ jardigno
    .. mi stupisci sempre con le tue citazioni, è davvero bellissima questa poesia di un'intensità struggente e un po' mi ci riconosco..

    un caro saluto

    RispondiElimina
  13. ...qualche volta allontanarsi da qui è come stare a guardare il mondo scorrere a margine per poi tornare a esser(n)e parte...

    bello ritrovare le tue parole ad abbracciare lo sguardo

    bacio

    Blue

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 07:46, 10 ottobre 2011

      Sai usi una definizione che mi calza a pennello :))

      ... guardare il mondo scorrere a margine è una cosa che faccio spesso,
      mi piace guardarlo appartata e non vista, soprattutto nei momenti in cui mi sento trasparente, avulsa dalla realtà, per poi tornare ad esserci...

      bello ritorvare anche te
      con le tue belle riflessioni e magiche parole

      un abbraccio * . *

      Elimina
  14. Un modo particolare di annunciarti...monologo o dialogo interiore che sia, breve nella misura esatta in cui lasciarsi vedere (e vedersi visti). Poi basta, ché non c'è bisogno di tante parole, specie da parte mia che sono quasi sempre assente.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 08:01, 10 ottobre 2011

      forse entrambi :))

      Sai quando mi guardo lo faccio spesso da lontano, quasi di nascosto per riuscire a vedermi sia dall'interno che da fuori, ma non con i miei occhi che potrebbero essere mendaci e condizionati, ma così come mi vedrebbero gli altri, e di me parlo, mi descrivo quasi sempre in terza persona, mi aiuta a guardarmi, capirmi, percepirmi... meglio :)

      ... e di parole ne bastano poche sai, ma essenziali per esserci. :)

      un caro saluto

      Elimina
  15. Torna piano, allora. Come un vento tranquillo sulla sabbia, come un alito d'autunno infilato tra i granelli dell'estate che sfuggono via.
    Torna piano.
    E riprendi a intessere oltre il silenzio dei giorni in cui eri via, quelli in cui forse hai parlato da sola e taciuto con gli altri. Intessili ad oggi, e che sia una trapunta di gioia che ti scldi per i prossimi giorni.
    Un abbraccio
    e ben ritrovata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 08:15, 10 ottobre 2011

      che bello mi piace così tanto l'immagine
      "del vento sulla sabbia... dell'alito dell'autunno... che tanto amo"

      così come tessere... del silenzio che a volte ci avvolge ne va scovato il bandolo... cercando poi di carpire ciò che ci suggerisce, dove ci conduce... e l'intento è proprio quello di arrivare a realizzare una trapunta che trasmetta colore e calore, con la quale potersi proteggere, scaldarsi, ma anche mostrarsi più sicura :)

      bellissime le tue parole
      un abbraccio e un bacetto

      Elimina
  16. @ turquoise
    Come è vero.. ^ __ ^ .. rimane tutto così come lo abbiamo lasciato, quasi
    il tempo per un po' si fermasse e al ritorno ci ri-troviamo quasi sempre tutti.

    Non sono andata molto lontano ed ho visto assai poco da raccontare a volte il silenzio ci avvolge e tutto tace.. ma torno animata da un nuovo spirito e una diversa consapevolezza :))
     
    "Fate che il vostro spirito avventuroso vi porti sempre ad andare avanti per scoprire il mondo che vi circonda con le sue stranezze e le sue meraviglie. Scoprirlo significherà, per voi, amarlo."
    ~ Kahlil Gibran ~

    un abbraccio :)

    RispondiElimina
  17. @ ioeilidh
    .. si dici bene anche se a volte vorremmo fare a meno di guardare dentro.. in taluni momenti è però indispensabile.. riprendere fiato, inspiri.. espiri e torni così ri~animata, pronta a riprendere il cammino :)

    un abbraccio :)

    RispondiElimina
  18. Sono contento che tu sia tornata, e che il tuo viaggio sia in parte anche sotto i nostri occhi!
    Carmine

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 08:44, 14 ottobre 2011

      in effetti il viaggio, a volte arriva a far parte di noi tutti, diviene condivisione...
      tra le pagine dei nostri blog grazie alla parole :)

      grazie, un abbraccio
      e un caro saluto

      Elimina
  19. Tre post avevo lasciato colpevolmente in sospeso ma non me li sarei mai persi ed ora sono qui a darti il mio ritardato ma felice "bentornata"

    Baol

    RispondiElimina
  20. @ baol
    .. ed io colpevolmente mi accorgo ora del tuo commento, scusa..
    e ti ringrazio per il felice bentornata

    un abbraccio 

    RispondiElimina
  21. @ Irene
    Da quando sono qui.. circa due anni e mezzo, io sono andata e tornata più
    volte, in alcuni casi per scelta in altri perché dovevo.. e finora sono sempre tornata :)

    Quando ci sono.. il mio stare ed esserci qui non è sempre costante, dipende dal tempo, dalla testa, dal cuore.. dagli stati d'animo.. e capita a volte anche a me di trascurare un po' qualcuno, nel tempo.. alcuni da quando sono qui non ci sono più, con altri ci siamo persi forse anche per colpa mia, ma in fondo qui non è poi tanto diverso dalla vita reale e a volte le persone smettono di frequentarsi, ma..

    "Non si è mai soli quando qualcuno ci ha lasciato, ma solo quando nessuno è mai venuto nella nostra vita".

    ~ Roberto Vecchioni ~

    un abbraccio e un ^ __ ^
    per la simpaticissima immagine
    07:59, 07 ottobre, 2011

    RispondiElimina
  22. @ Irene
    .. a volte vorremmo che tutto durasse in eterno, ma spesso la vita ci mette alla prova e capita così che le strade delle persone con le quali abbiamo condiviso qualcosa di speciale possano separarsi..

    .. e quello che forse ci rende più disorientati e ci fa soffrire è proprio quel chiedrsi perché.. e non riuscire a trovare una risposta..

    Le persone che hanno attraversato la nostra lasciano però un piccolo segno indelebile in noi e contribuiscono a renderci ciò che siamo

    "La vita è fatta di incontri e di separazioni.
    Le persone entrano nella tua vita tutti i giorni,
    tu gli dici buongiorno e buonasera, alcune restano qualche minuto,
    alcune per qualche mese, qualcuna per un anno, altre per sempre.
    A prescindere dalla persona, ci si incontra e ci si separa."


    ~ Cecilia Ahern ~

    e se hai bisogno di un abbraccio allora sei nel posto giusto :))
    08:44, 11 ottobre, 2011

    RispondiElimina