lunedì 11 luglio 2011

Agnitio


a volte, Vorrei...

confinare, anche solo sfumare lievemente quell'enigmatico velo di malinconia, smarrimento, che forse esacerba, calunnia i lineamenti Offuscandoli un po'

evitare, di attraversare la vita come brancicante, in cerca di appigli, sinecura, setacciando, rovistando, nelle altrui parole, sguardi, alla ricerca di consensi

affrancarmi dalla timida tunica, che gemellata a labbra impensierite, timorose, tutto tace, censura, lasciandolo deflagrare ~ implodere, svanire così.. inespugnato, insoluto, forse, anche un po' mesto, amareggiato, e indossare una veste nuova, che esprima, dica, canti, balli, respiri con me [solidalmente] che sia complice, e non avulsa, esule in terra patria

a volte, Vorrei...
"esserci" ed "essere"
semplicemente perché "sono"
riuscire a sentirmi ~ percepirmi da "sola"



... e poi



Vorrei essere guardato e non soltanto visto,

essere ascoltato e non soltanto udito”



~ Khaled Hossei ~ 

41 commenti:

  1. una poesia dolente e forte, con un senso di rinascita, nella ricerca di sè. Di quel sentirsi.
    Di quella citazione finale, che ancora una volta faccio mia. Come il tuo stato d'animo, che letto e ascoltato, mi si è cucito addosso. Scivoleranno, le vecchie tuniche. O prima o poi le piegheremo in una scatola.
    Un abbraccio

    Lila

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 14:12, 23 luglio 2011


      Nella costante ricerca di me e delle mille risposte che a volte la vita induce a farci... mi perdo assai spesso ma riesco anche a ritrovarmi.. ^ __ ^ forse però troppo spesso ho bisogno di ri~conoscermi nelle parole e sguardi degli altri, mentre la ricerca del sè deve avvenire prima essenzialmente in noi stessi..

      solo che.. come dice ~ Etty Hillesum ~

      A volte vorrei rifugiarmi con tutto quello che ho dentro in un paio di parole.
      Ma non esistono ancora parole che mi vogliano ospitare.
      E' proprio così, Io sto cercando un tetto che mi ripari ma dovrò costruirmi una casa, pietra su pietra.
      E così ognuno cerca una casa, un rifugio per sè.
      E io mi cerco sempre un paio di parole

      Ti ringrazio per questo tuo bel commento e sai mi piace moltissimo quel..
      scivoleranno  le vecchie tuniche...

      ti abbraccio anche io
      un caro saluto e un sorriso

      Elimina
  2. la raffinata ricerca di parole unita al sentimento di speranza mi dicono che in queste settimane hai compiuto un viaggio molto profondo e che molto probabilmente non è ancora terminato. 
    Forse sei un pesciolino che si è infilato in una corrente e che ora vorrebbe fermarsi un attimo in cerca di un nuovo equlibrio, magari in una nuova "veste" che rispecchi il cammino intrapreso ma anche la voglia di cambiamento.
    Ma verso la fine ti richiudi in te stessa con la necessità di essere compresa dalla tua stessa persona  e il conflitto riemerge nella ricerca di "appigli".

    a volte vorrei

    quel "vorrei" che rovina le nostre anime fino a logorarle, perchè la vita mi insegna che la volontà è una brutta arma se non può essere soddisfatta.

    un caro saluto
    Isaac  

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 14:38, 23 luglio, 2011

      Intendi bene Caro Viaggiatore :)
      oramai sono una viaggiatrice provetta ed in parte lo sono ancora in viaggio...

      Mi piace esplorare il mondo dentro e fuori di me, nel tentativo di ampliarne gli orizzonti, chiarirne e dissolverne le ombre che a volte ci avvolgono, cercare di trovare poi delle risposte alle mille domande che si affollano spesso nella mente...... per fare così spazio alla luce e fare entrare un po' d'aria fresca

      Forse a volte è un po' faticoso ma il traguardo spesso ci ripaga del percorso affrontato.

      E sai quella del pesciolino come metafora non poteva essere più pertinente ^ __ ^
      perché la mia familiarità con l'acqua è assai scarsa e la corrente mi farebbe sicuramente annaspare... porterebbe alla deriva.

      E' vero mi apro e mi chiudo... dissemino il mio cammino di appigli, però sono anche una persona molto positiva, determinata e quegli appigli mi servono spesso solo per sostare... riprendere fiato e il cammino :))

      il "Vorrei" ci disorienta sempre
      ma ci sprona anche non credi.. ^ __ ^

      "Di tanto in tanto ci gettiamo vicendevolmente dei frammenti su noi stessi, ma non credo che ci capiamo."

      Bisogna anche accettare i momenti "non creativi"; più li si accetta onestamente, più essi passano in fretta. Si deve avere il coraggio di fermarsi, di essere talvolta vuoti e scoraggiati."

      ~ Etty Hillesum ~

      un caro saluto

      Elimina
  3. bella....
    io vorrei dissolvermi per un bel po' in modo che nessuno mi possa trovare 

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 14:45, 23 luglio, 2011

      grazie ^ _ ^

      Quella di magia è l'unica che non fare :D
      però potremmo provare a giocare a nasconderella, e prometto di non trovarti :)
      lascio che qualcuno venga a fare tana libera tutti

      "Io credo che per ogni evento l'uomo possieda un organo che gli consente di superarlo."

      ~ Etty hillesum ~

      un abbraccio e un caro saluto

      Elimina
  4. A volte vorrei essere un altro, altre volte lo sono...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 15:00, 23 luglio, 2011

      Riuscire ad esserlo... è una gran bella cosa :))

      Significa credo riuscire a prestare essenzialmente ascolto a quello che la nostra interiorità ci suggerisce, sussurra... concedendole così la possibilità di esprimersi liberamente, mente forse troppo spesso la releghiamo e confiniamo, perchè timorosi, condizionati..

      La vita invece ci porta spesso ad interpretare ruoli diversi a seconda delle circostanze e situazioni, ora comparse, altre protagonisti ed altre ancora semplici spettatori... e questo rende il palcoscenico della vita bello, vario, speciale e meraviglioso :)

      "Un uomo [forse non può] determinare il proprio destino dall'interno. Quel che invece un uomo ha in mano è il proprio orientamento interiore verso il destino."

      ~ Etty Hillesum ~

      un caro saluto

      Elimina
  5. indossare una veste nuova//

    hai tuniche poetiche
    parole dolci che vestono di tenerezza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 15:04, 23 luglio, 2011

      ti ringrazio per le tue belle parole :)

      ... e sai la dolcezza e la tenerezza è una delle cose delle quali non potrei mai fare a meno, sono a mio avviso la trama essenziale attraverso le quali tessere qualsiasi tipo di rapporto.

      "Voglio essere un cuore pensante."

      ~ Etty Hillesum ~

      un abbraccio :))

      Elimina
  6. essere come una piccola goccia di nebbia che si posa sul petalo di un fiore assetato
    e lì - restare
    aspettando di evaporare 

    [leggerti è respirare lento....]


    un abbraccio forte

    Blue

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 15:19, 23 luglio, 2011

      Grazie, le tue parole sono poesia e musica :))
      mi piace sì mi piace moltissimo, l'idea di essere una piccola goccia di nebbia, in attesa...
      e mi sembra già di respirare meglio :)

      "La gentilezza delle parole crea fiducia. La gentilezza di pensieri crea profondità. La gentilezza nel donare crea amore."
      ~ Lao-Tzu ~

      un abbraccio e un ^ __ ^

      Elimina
  7. distinguere quello che é , nelle nebulose dei ho,
    é il lavoro di tutta una vita...
    l'unica costante é di andare,...
    e andando cancellare i sentieri passati evitando di farne di nuovi per rimanere tutta la vita in viaggio...

    un saluto caro...

    linn

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 15:25, 23 luglio, 2011

      E' un bel pensiero quel che hai espresso, e la vita in fondo non è forse un immenso e misterioso viaggio durante il quale è necessario riuscire a distinguere... e poi, però, andare... sempre... facendo tesoro dei sentieri trascorsi e percorrendone di nuovi.

      La vita è fatta di partenze, arrivi e piccole soste...

      "Io non amo la gente perfetta, quelli che non sono mai caduti, non hanno inciampato. A loro non si è svelata la bellezza della vita."

      ~ Boris Pasternak ~

      un abbraccio :)

      Elimina
  8. Hai ragione, a volte anche io vorrei andare in dissolvenza...

    Baol

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 15:33, 23 luglio, 2011

      La dissolvenza è una bella sensazione quando riusciamo a raggiungerla, spesso poi nel ricomporci siamo altresì sorpresi della metamorfosi, forma che raggiungiamo... a volte si perde ciò che pesa e si torna più leggeri :)

      Il viaggio alla scoperta di noi stessi inizia da noi e termina nelle cose che facciamo per arricchire la vita degli altri. Solo dando e imparando a ricevere possiamo realmente interagire con gli altri in modo positivo. Siamo grandi quanto i sogni che ci sforziamo di realizzare e non importa che cosa incontriamo lungo questo viaggio chiamato vita; se inseguiamo i nostri sogni con tutto il nostro cuore comprenderemo il vero significato della nostra esistenza. Viviamo una volta sola; ma possiamo vivere quest'unica vita in modo tale che alla fine del viaggio sentiremo di aver vissuto migliaia di vite.

      ~ Sergio Bambarén ~

      un caro saluto

      Elimina
  9. Insomma esserci,  e non come un soprammobile.
    Vivere, andare al di là del palcoscenico, salirci sopra e muoversi.
    Essere visti per ciò che si è.
    Esplodere in tutto noi stessi, in tutto quel che siamo.

    Buona Alba,
    IrisLuna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 15:51, 23 luglio, 2011

      Sì è come dici... trovare il coraggio di lasciar cadere il sipario... che l'istinto ci guidi, dandoci la possibilità di esprimerci e lasciar fluire fuori quel che tratteniamo affinché germogli :))

      "Dobbiamo avere il coraggio di abbandonare tutto, ogni norma e appiglio convenzionale, dobbiamo osare il gran salto nel cosmo, e allora, allora sì che la vita diventa infinitamente ricca e abbondante, anche nei suoi più profondi dolori."

      ~ Etty Hillesum ~

      grazie..
      un abbraccio :))

      Elimina
  10. Risposte
    1. 15:54, 23 luglio, 2011

      Affatto... dici bene, forse a volte ci riusciamo assai di più con gli altri a "percepire"
      perché ci predisponiamo... mettiamo in ascolto attentamente e tendiamo sempre a cercare capire e giustificare, mentre verso noi stessi siamo spesso poco disposti ad essere indulgenti, pretendiamo troppo speso più di quel che possiamo.

      un caro saluto

      Elimina
  11. "Svanire
    è dunque la ventura delle venture." diceva Montale....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 15:59, 23 luglio, 2011

      La sapeva lunga Montale, bella questa frase che non conoscevo
      grazie per averla scritta :))

      Ecco questa è una delle cose belle del relazionarsi on line, condividere e mettere a disposizione degli altri frasi... pensieri nostri, ma anche altri che abbiamo fatto nostri e dai quali riusciamo sempre a trarre poi un insegnamento

      un caro saluto

      Elimina
  12. Splendida questa lirica,mi coglie in un attimo di mutamenti e penso che ci son volte in cui forse riesco a percepirmi anche fin troppo...
    E assolutamente faccio mie le parole di Hossei,ci son pochissime persone che veramente percepiscono la mia essenza e probabilmente è giusto così.
    Un grande abbraccio,Kiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 16:07, 23 luglio, 2011

      Sono contenta che tu riesca a percepirti...significa che sai come farlo e che sei disposta a prestarti ascolto

      mentre spesso forse... e parlo per me.. :(
      riuscire ad essere guardati ed ascoltati dipende essenzialmente da noi, da quanto riusciamo, siamo disposti a rilasciare, dire, lasciar fluire via... ed io devo dire che per lo più invece trattengo, celo... e questo chiaramente impedisce contribuisci a far si che le persone non possano percepirmi...

      un grande abbraccio anche a te

      Elimina
  13. utente anonimo21 luglio 2011 19:00

    Ahhh...cara amica....

    a volte vorrei non essere per qualche ora.

    sospendermi (e dormire dormire dormire)

    e svegliarmi baciata da un Principe

    :-)

    MrsQT vaneggia...

    (ti penso)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 16:12, 23 luglio, 2011

      Uhm... ma quanto me gusta il tuo vaneggiar... ehm, pensiero :DD

      non essere, sospendermi... e... * . * ^ _____ ^
      sì, sì... mi piace un sacco e te lo auguro di cuorissimo * . *

      sei anche tu nei miei pensieri, così come non mi dimentico che abbiamo
      un weekend in sospeso da fare con S. ovunque ci porti il treno... ^ __ ^

      un abbraccio

      Elimina
  14. @ Caio
    ^ ______________________________________________ ^

    Siamo enigmatici.. :))  uhm, spero che quel sorriso sia perché trovi assolutamente incantevole e stupendo quel che ho scritto :DD

    un caro saluto :)

    RispondiElimina
  15. @ ioEilidh
    Ti auguro di cuore trovare il tuo riposo continuando però a percorrere questo bel sentiero che è la vita, a volte forse un po' difficoltoso ma anche ricco di meravugliosi panoramo da osservare e fare nostri :)

    un abbraccio

    RispondiElimina
  16. @ IrisLuna
    Sì è come dici.. trovare il coraggio di lasciar cadere il sipario e lasciare che l'istinto ci guidi dandoci la possibilità di esprimerci e lasciar fluire fuori quel che tratteniamo :))

    "Dobbiamo avere il coraggio di abbandonare tutto, ogni norma e appiglio convenzionale, dobbiamo osare il gran salto nel cosmo, e allora, allora sì che la vita diventa infinitamente ricca e abbondante, anche nei suoi più profondi dolori."

    ~ Etty Hillesum ~

    grazie..
    un abbraccio :)

    RispondiElimina
  17. @ ladybeetle1
    così mi fai arrossire.. ma mi dai anche un po' di sicurezza e determinazione a proseguire..  grazie  :))

    "Nella mente ho scritto sempre, come su un foglio bianco, ma le date mai: ogni giorno l'ho registrato come un giorno qualunque. senza ricordi o speranze, senza precisione. I sogni non hanno date, hanno dentro di sè quello che possono avere e niente altro."

    ~ Marco Lodoli ~

    un abbraccio


    RispondiElimina
  18. @ tutti

    .. ed ora pian pianino riprendo anche il mio viaggio qui..
    e a passare a trovarvi e leggervi

    a presto

    RispondiElimina
  19. è una bellissima frase che ho riportato anche sulla mia agendina:)

    Io spesso ho la sensazione di vivere come sospesa.

    Mi piace riportare qua parte del testo di una canzone di Nathalie, vivo sospesa, che sembra mi si indossi come una seconda pelle;)

    vivo sospesa
    tra sogno e quotidianità
    io mi ero persa
    per strade sconosciute già cambiate prima di arrivare
    nel mio percorso
    speranze e possibilità
    nei nuovi giorni
    la vita si trasformerà
    cambiando colore
    rendendo il dolore
    un punto di forza in tempeste di vento
    fragile forma consumata dal tempo


    Un caro abbraccio ^-^


    RispondiElimina
    Risposte
    1. 11:28, 27 luglio 2011

      Anche io sai ho un'agendina dove riporto le frasi che più mi colpiscono, alcune a volte ti si attaccano addosso, ti entrano dentro e tu le fai tue...

      Bellissimo il testo della canzone è così bello quel "vivo sospesa"...
      trasmette leggerezza, movimento.. come una metamorfosi, una continua evoluzione...

      un caro saluto e un abbraccio

      Elimina
  20. Sabato sono tornata dalle vacanze ed eccomi qui.
    Un bellissimo post il tuo, filosofia e letteratura!
    Carissima Alba, sei proprio brava nella ricerca della parola giusta!
    A presto  Lietta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 10:32, 27 luglio, 2011

      ti ringrazio per l'apprezzzamento, ma sai in realtà non sono io a trovare la parole,
      il più delle volte sono sicura che sono loro a farsi scoprire e trovare me.

      Ti auguro un buon rientro
      un caro saluto e un ^ __ ^

      Elimina
  21. Sulla seconda di Hosseini sono d'accordo, sulla prima un po' meno...
    Sarà che tendo a giudicare più rilevante ciò che dico che non la mia apparenza... e che l'apparenza è spesso molto lontana dall'essenza...
    Baci, tuo
    Cosimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 11:36, 27 luglio 2011

      La cosa più importante nella vita è essere e non di certo apparire..

      ed è per questo che ho postato la frase di Hosseini, perché

      "quel vorrei essere guardato e non soltanto visto"

      l'ho interpreto proprio come un saper andare oltre... quella che è l'apparenza, l'aspetto e coglierne invece gli aspetti intrinseci, quelli che non appaiono e che esulano dall'apparenza... dall'aspetto fisico

      E sai trovo molto bello e sorprendente come ognuno di noi faccia proprie determinate frasi percependole in modo diverso

      un caro saluto

      Elimina
  22. in un turbinìo di Vorreiservirebbe un lume che aiuti nell'orientarsi fra gli spifferi...diventa vento, uragano e vortice, la vita e non è opponendo resistenza che si arriva incolumi al traguardo: è necessario seguire la corrente, assecondarla per giungere, ammaccati ma vivi, alla meta finale.
    Che paradosso, la vita, ci battiamo per conseguire un obiettivo tragico, quello definitivo: la morte.
    deflagrare - implodere= vivere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 10:53, 02 agosto, 2011

      Sempre profonde e illuminanti le tue parole e sai... hai ragione è non opponendo resistenza ma lasciandosi andare, condurre che si arriva meno affannati e incolumi...

      deflagrare ~ implodere = vivere

      E leggendoti mi sono tornati in mente dei versi che ho trovato per caso non molto tempo fa e che sono andata a cercare e che trovo pertinenti...

      Dalla terra nasce l'acqua, dall'acqua nasce l'anima...
      È fiume, è mare, è lago, stagno, ghiaccio e quant'altro...
      è dolce, salata, salmastra,
      è luogo presso cui ci si ferma e su cui ci si viaggia
      è piacere e paura, nemica ed amica
      è confine ed infinito
      è cambiamento e immutabilità
      ricordo ed oblio.

      ~ Eraclito ~

      un caro saluto

      Elimina
  23. il rifugio è anche tra le parole di una poesia...
    e ristoro.

    RispondiElimina
  24. @ cristinabove
    .. hai ragione sai, ed io mi rifugio spesso nelle parole, mi ci perdo e ritrovo e quasi sempre vi trovo conforto e lo spunto per proseguire .. l'indicazione giusta per decidere dove andare

    un caro saluto

    RispondiElimina