venerdì 3 dicembre 2010

Macrocosmo e microcosmo


Ci sono
molti modi
di vivere la Vita

personalmente
mi seduce e delizia farlo
setacciandone e svicerandone

i risvolti più reconditi
quei brevi sussulti ~ balenii
attimi infinitesimali, che altrimenti
si disperderebbero come un batter di ciglia
nell'immensità, magnificenza dello spazio che ci circonda

e da romantica truffaldina, inde~fessa quale sono
tramutarli da impalpabili e invisibili, in maestosi e insigni

perchè
Macrocosmo e microcosmo
sono indissolubili e l'uno necessità dell'altro


foto di albafucens

"Si parva licet componere magnis"
Se è permesso paragonare le cose piccole alle grandi

~ Virgilio ~

37 commenti:

  1. Le forze opposte e complementari. I poli inversi che formano il principio di tutte le cose... il cerchio perfetto che si chiude nel tao :)
    p.s. Foto bellissima

    Maraptica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 08:00 6 dicembre, 2010

      Cara Amica apri un'argomento assai interessante, affascinante e così ampio...

      La filodofia taoista, il "Tao" la via, l'origine e la fonte dell'esistenza e di tutte le forme di vita, il cui simbolo tra l'altro è meraviglioso, di un'armonia perfetta

      "Compatto e sottile si formano l'uno dall'altro. Alto e basso si girano uno verso l'altro. Ognuno nel mondo decide il Bello, Ed ecco venire il Brutto. Ognuno nel mondo decide il Bene, Ed ecco venire il Male."
      ~ Capitolo Due del Tao Te King V ~

      un abbraccio

      Elimina
  2. diciamo che il macrocosmo può fare anche senza qualcosa del microcosmo... se schiacciassimo quell'ape non succederebbe in fondo poi nulla di grave... mentre se eliminassimo tutte le api, certamente si. ;-)

    E' vero pure che forse... nello studiare, approfondire, osservare il micro... poi forse possiamo spiegarci anche il macro... e comunque stupirsi, stupirsi di tanta bellezza micro o macro che sia. :-)

    ho scritto osservando la tua splendidat foto e pensando alla natura ;-)
    ma questo post si presta anche ad altre interpretazioni... :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 08:02, 6 dicembre 2010

      Nella vita la parola chiave è cercare di guardare sempre a ciò che ci circonda senza smettere mai di stupirsi, di coglierne nuove sottili sfumature

      micro e Macro devono necessariamente coesistere, perchè è dalla diversità nonché dalla similarità, complementarità che spesso si riesce poi ad arrivare all'unicità... a trovare così in noi il giusto equilibrio ed armonia

      un abbraccio

      Elimina
  3. tutto deve essere permesso (foto meravigliosa)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 09:04, 9 dicembre, 2010

      Concordo, credo anche io sia indispensabile arrivare a permettersi, concedersi tutto ciò che può servire ad arricchirci, ad essere di complemento, affinchè il puzzle della vita possa completarsi infatti è necessario riuscire a coglierne tutte le sfaccettature positive, negative, grandi, piccole e minuziose... perché a volte sono proprio queste ultime che servono da collante, da punto di unione tra cio che è e che sarà, piccoli pezzetti da poter incastrare e modellare per renderlo armonico ed equilibrato.

      un caro saluto e grazie per il complimento

      Elimina
  4. Ma che bell'albero di Natale! Con me sfondi una porta aperta, l'arte di vivere l'attimo mi affascina da un pezzo, trovo sia in fondo l'unico modo sensato di affrontare il complicato percorso della vita, un passo alla volta con calma e godendosi il più possibile il panorama intorno. E così il micro si fa macro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 09:08, 6 dicembre, 2010

      micro e Macrocosmo rapprensentano in fondo l'universo, quindi anche la natura e un bell'alberello ho pensato ci stesse bene.. :))

      E ne sono affascinata anche io... ma haimé mi sono lasciata sedurre da quest'Arte come giustamente la definisci, solo da qualche anno perché prima invece spesso pensavo più al domani e in grande, ma poi ho capito che il domani è incerto e il futuro lo è ancora di più, ed allora ho iniziato ad affrontare la vita cercando di vivere maggiormente l'oggi e di assoporarne ogni singolo infinitesimo attimo che ci regala, altrimenti affannandoci e correndo sempre, rischiamo davvero di perderci poi attimi unici ed irripetibili.

      E così facendo il micro si fa macro ^ __ ^

      un abbraccio

      Elimina
  5. Che bella questa composizione iconica (poesia figurativa) che fa pensare al Natale. E' vero che bisogna porre molta attenzione alle piccole cose, invece di pensare solo a quelle grandi.
    Ciao Al

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 09:12, 6 dicembre, 2010

      ... in fondo il natale e la scritta a forma di albero vuole essere un richiamo alla Natura, ed è proprio nelle piccole cose che riusciamo a cogliere spesso dei grandi significati, un piccolo evento, un gesto... perché spesso è in questi che si cela un grande valore intrinseco.

      un abbraccio

      Elimina
  6. "Non contemnenda parva sine quibus magna constare non possunt."
    Non sono da disprezzare le piccole cosa senza le quali quelle grandi non possono esistere.
    S. Girolamo
    Buon week end, alba. A quanto pare la pioggia si è sincronizzata col fine settimana.
    Ciao:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 09:20, 6 dicembre 2010

      Concordo pienamente con questo pensiero di S.Girolamo, in fondo se non si gettano le basi e non le si rendono solide, andando a colmare anche gli interstizi con piccoli tasselli, si rischia poi che tutto venga giù, ed è quindi necessario trovare il giusto equilibrio, credo ci sia bisogno anche degli estremi e soprattutto di tutto ciò che è in mezzo... per poter apprezzare pienamente la vita

      un caro saluto

      Elimina
  7. poesia che ondeggia, vibra, vive...
    e la mia mente segue la sua scia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 09:23, 6 dicembre 2010

      quando è la vita ad essere la protagonista indiscussa di ciò che tentiamo di andare ad esprimere, io mi emozione sempre e piace molto anche anche a me perdermi nei suoi meandri, seguirne la scia per vedere dove mi porta... e qui su splinder in termine di emozioni e sensazioni ne ricevo sempre tantissime quando leggo tutti voi

      un abbraccio

      Elimina
  8. Ciao Alba...è un pò di tempo che non passo di qui...
    I tuoi post sono sempre molto interessanti, per i risvolti riflessivi che offrono... 

    Per me l'Energia è manifesta e immanifesta, e si crea in sè stessa...
    Tutto in sè contiene, espandendosi continuamente...
    Non ha limiti, nè fine... la sua consapevolezza è nella gioia di "percepirsi" e di trasformarsi, moltiplicandosi, in innumerevoli modi, forme, dimensioni, emozioni...
    Ogni piccolo punto pulsante di energia manifestata non deve giustificare la sua presenza o la sua utilità... Esso, semplicemente, si manifesta dal caos quantico... ed apparendo nella linearità del tempo e dello spazio assume di volta in volta diversi ruoli, ed esperienze... Facendo parte della stessa Fonte, non può non essere complementare al resto...
    Non è una cosa che riesco a spiegare facilmente...perchè ci sono regioni nel mio sentire che devo ancora ri-scoprire...
    Nei tuoi scritti avverto questo percorso di pensieri...

    Un abbraccio
    Cristina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 09:35, 6 dicembre 2010

      In realtà ho riaperto da poco, circa tre mesi dopo più di quattro in cui sono mi sono assentata, ogni tanto, non so, ma ho bisogno di ritirarmi nel mio silenzio per riflettere, arieggiare le stanze e mettere un po' di ordine in quello che è il mio di micro e macrocosmo ^ _ ^

      E percepisci benissimo perché il percorso è proprio quello che avverti... hai saputo esprimere in modo esemplare e meraviglioso tutto quello che avrei voluto dire io.

      ... mi piace quel "percepire" senza porre confini, limiti che ne limiterebbo altrimenti la possibilità di esplorarne tutti i risvolti, ed in fondo credo che sarebbe anche impossibile poter fissare degli attimi pensando che siano eterni e immutabili, proprio perché "Panta Rei" tutto scorre... evolve, muta e si espande,

      E ti sei spiegata benissimo, ti capisco perfettamente anche riguardo a quello che non riesci a spiegare, perché è il mio stesso sentire, ed anche il mio atteggiamento spesso è di perplessità di fronte a ciò che ancora non riesco a cogliere e ri-scoprire

      grazie per essere passata
      e per avermi lasciato questi tuoi bellissimi pensieri

      un caro saluto e un abbraccio

      Elimina
  9. Già, ci sono molti modi per viverla ed alcuni stancano anche...

    ciao alba
    Baol

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 10:09, 6 dicembre, 2010

      A volte succede anche questo... mai smettere però di sperare, stupirsi e meravigliarsi, di guardare avanti e intorno a noi, magari per scovare un bel posticino dove fermarsi a riposare per poi ripartire animati da un nuovo spirito.. :)

      ... perché tutto scorre e prima o poi qualcosa di bello si profila sempre all'orizzonte, basta saper e voler guardare, se ci rendiamo conto che siamo davvero stanchi e che il nostro "modus vivendi" sembra andarci stretto o soffocarci, addirittura, allora possiamo sempre provare ad intraprendere delle nuove strade e laddove non sia possibile, possiamo sempre cercare di renderle meno faticose, arricchendole lungo il percorso di nuovi spunti.

      In fondo siamo sempre essenzialmente noi, sulla base di come ci poniamo nei confronti della vita a determinarne l'evoluzione e a dargli un indirizzo piuttosto che un altro.

      un abbraccio

      Elimina
  10. i fatti recenti rispolverano la voglia di vita...
    Bellissima la foto, che lega indissolubilmente alto e basso, grande  epiccolo... e le tue parole sono sempre una serentià opalescente.

    Buona domenica
    Lila

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 10:16, 6 dicembre, 2010

      che belle le tue parole e sai il tuo parlare dell'alto e basso, mi fa venire in mente un testo alchemico

      "La Tabula smaragdina"
      del quale non so quasi nulla ma ho letto questa frase...

      Verità senza menzogna, certa, assolutamente vera. Ciò che è in basso è come ciò che è in alto e ciò che è in alto è come ciò che è in basso per fare i miracoli della cosa una. E poiché tutte le cose sono e provengono da una, per la mediazione di una, così tutte le cose sono nate da questa cosa unica mediante adattamento.

      E sai serena mi sforzo di esserlo sempre, anche quando non ne ho voglia e laddove tutto sembra deporre contro, perché credo fermamente che la serenità sia la base essenziale di tutti i rapporti che possiamo andare ad instaurare, mentre la felicità è fatta solo di piccoli attimi, che necessariamente non possono durare a lungo o in eterno... altrimenti poi forse non ne assaporeremmo così intensamente la sensazione quando si presentano...

      un abbraccio e grazie

      Elimina
  11. @ barchedicarta
    .. fai davvero una bellissima affermazione.. tutti gli esseri viventi anche i più minuti.. insibili.. o quelli come le farfalle che hanno purtroppo breve vita hanno il loro posto nel mondo e una ragione di essere ed esistere..

    Ti ringrazio per il complimento sulla foto ma vedo che anche tu sei bravissima, io sai.. ho sempre in borsa con me una piccola digitale perchè non sai mai cosa la vita può riservarti di meraviglioso.. e una delle cose che mi piace fotografare di più è la Natura e chi la abita..

    un abbraccio

    RispondiElimina
  12. @ tittidiruolo
    ti ringrazio cara Amica..  cerco solo di esprimere quanto meglio mi riesce alcune di quelle che sono le sensazioni, emozioni e pensieri che a volte mi attraversano, e sai le manifestazioni eclatanti non mi sono mai piaciute mentre amo le piccole cose .. le miniature e partendo da queste cerco poi nel tempo di nutrirle e vederle crescere..

    un abbraccio

    RispondiElimina
  13. utente anonimo6 dicembre 2010 13:57

    Che se taccio poi pensi che non ti seguo. Allora scrivo (anche se al momento ho terminato la scorta di parole)
    Brava...tu scrivi, girovaga, sperimenta...:-)
    Continua :-)

    ti abbraccio
    MrsQT

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 07:55, 7 dicembre, 2010

      Riguardo al tacere ti capisco benissimo io stessa spesso ne ho bisogno e le parole faticano ad uscire... quindi non devi preoccuparti, so che ci sei e la tua presenza mi è sempre cara, anche quando ti so lontana... a sperimentare sai ci provo, però sono ancora una dilettante, ma con il tempo chissà ^ __ ^

      un abbraccio

      Elimina
  14. nascono da piccoli gesti le costruzioni più durature e immense, quelle dei sentimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 08:01, 7 dicembre, 2010

      Concordo pienamente con il tuo bel pensiero, è vero che non si possono assolutamente costruire grandi opere, opere che siano durature nel tempo... se non si gettano delle solide basi e non si da importanza a tutti quei piccoli gesti quotidiani che fanno parte della nostra vita, anche quelli che a volte sembrano infastidirci od essere irrilevanti, perché sono proprio quelli sui quali possiamo lavorare, renderli poi grandi e farli crescere, arricchirli.

      un abbraccio :)

      C'è una canzone dei Tiromancino che recita...

      Aiutami a ritrovare l'interesse per le piccole cose, che sono alla base di tutte le promesse del futuro che cresce, perché sono le sfumature a dare vita ai colori e a farci tornare in mente le cose più pure dei giorni migliori.

      Non ci sono percorsi più brevi da cercare, c'è la strada in cui credi e il coraggio di andare.

      Elimina
  15. e così anche albafucens ha l'hobby della fotografia ! complimenti,,, è così primaverile questa immagine che mi allontana da questo orribile inverno! 

    perchè ti definisci romantica truffaldina ? non si diceva che in amore tutto è concesso ? :-) 

    quei sussulti e quei baleni a volte sembrano solo brevi fasci luminosi in una stanza oscura, impalpabili e inconsistenti sembrano a volte concederci un motivo per andare avanti quando in realtà è di ben altro di cui avremmo bisogno!

    brava la nostra alba che sa coglierli con il suo unico occhio sognante ..

    un saluto
    Isaac 

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 08:08, 7 dicembre, 2010

      ebbene sì ^ __ ^ amo moltissimo la fotografia, è una mia grande passione così come l'arte.

      La prima macchinetta fotografica me la regalarono per la prima comunione e da allora non ho mai smesso di fotograre la vita in tutte le sue forme ed espressioni...

      La realtà che mi circonda mi piace assai guardarla ed ammirarla sia con gli occhi nudi e crudi, nonché filtrarla attraverso di essi... che a loro volta guardando attraverso l'obiettivo e la delimitano, nel tentativo di rendere unico e immortale un piccolo istante... perché non ce ne sarà mai un altro identico, neanche ripetendo la stessa inquadratura dopo pochi secondi.

      E credo di sì, che in amore sia giusto concedersi e concedere,
      e quel romantica truffaldina :) è da interdersi chiaramente come estremamente positivo e non ingannevole, si insomma...diciamo nel senso più positivo del termine nonché anche ironico, perché a volte sai.. mi autoinganno :D ... e creo piccole magie anche laddove sembrano non essercene, non sempre mi riescono devo dire, anzi spesso falliscono miseramente haimé, e comunque in realtà di essere truffaldina mi riesce assai poco, perché sono praticamente un libro aperto e mi si legge tutto in faccia :((

      ... concordo con te, a volte sono proprio quei raggi che fendono il buio a tracciare la strada, a non farci deviare ma andare bensì avanti, perché ci aiutano a vedere le cose e le persone sotto una nuova luce e regalano nuove prospettive... e mi piace assai sognare "senza perdere però troppo il contatto con la realtà", è più forte di me, ed in fondo non nuoccio a nessuno.

      un caro saluto

      Elimina
  16. l'infinitamente grande è imprescindibile dall'infinitamente piccolo....uno spruzzo salato  è frammento d'oceani...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 07:44, 9 dicembre, 2010

      bellissima la tua frase "uno spruzzo salato è frammento d'oceani"

      Mi fa pensare ai granelli di sabbia, all'infinitamente piccolo...
      e a quanto questo sia essenziale per consentire all'infinitamente grande di poter divenire tale...

      un caro saluto

      Elimina
  17. microcosmo e macrocosmo sono indivisibili. Sono gli estremi dell'nita', del cosmo stesso.
    Tra di loro, nello spazio fra di essi, il mondo, l'infinito, il reale, la dimensione quotidiana.
    Meravigliose le tue parole, sussultano e sussurrano.
    Amo quegli estremi che si toccano e toccandosi creano l'immenso.

    Ch.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 07:50,9 dicembre, 2010

      Verissimo tra gli estremi c'è un intero universo, dove grande e piccolo si fondono e sono in continuo movimento... mutamento, arrivando così a completarsi ed arricchirsi a vicenda.

      "Noi stessi siamo l'infinitamente piccolo e l'infinitamemte grande e la vita che li unisce."
      ~ Kahlil Gibran ~

      E sai io credo che per raggiungere dei grandi risultati, ricchi di sfaccettature che consentano di renderli solidi, sia necessario pensare anche in piccolo e poi di volta in volta, a piccoli passi, arricchire di nuovi spunti il nostro pensiero, perché come dice Blaise Pascal

      "Tutta la nostra dignità consiste dunque nel pensiero. E' con questo che dobbiamo nobilitarci e non già con lo spazio e con il tempo che non potremmo riempire. Studiamoci dunque di pensar bene: questo è il principio della morale"

      Bello il tuo pensiero, sai amo anche io il momento in cui gli estremi si toccano e trovano un punto d'unione.

      un caro saluto e un abbraccio

      Elimina
  18. Complimenti: per i versi, per il modo in cui ti piace vivere la tua vita, per la splendida foto, per la citazione virgiliana. Insomma, per tutto, è un insieme davvero pregevole!
    Un caro saluto!
    Carmine

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 07:58, 9 dicembre, 2010

      Ti ringrazio davvero ^ __ ^ ma in realtà ad essere splendida è la Vita, con tutti i suoi perché, arrivi, soste, partenze, punti di sosta, risvolti sia positivi che negativi... e così via...

      C'è una canzone di Jovanotti...

      Questa è la mia casa
      che dice o Signore dei viaggiatori ascolta questo figlio immerso nei colori che crede che la luce è sempre una sola, che si distende sulle cose e le colora di rosso, di blu, di giallo e di lilla, dalle tonalità di varietà infinita

      ... e sai trovo le parole riguardo alla luce molte belle e veritiere, in fondo siamo noi, sulla base di come ci poniamo nei confronti della vita a saperne cogliere o meno gli aspetti reconditi e infinitesimi e a renderla luminosa o buia.

      La citazione di Virgilio la trova assai bella e umile, perché nella vita tutto muta, scorre e non bisogna mai prendere posizioni troppo dure e decise, bensì poter dire sempre, se posso... se mi è permesso, metterci sempre un "forse", e poi non da ultimo,concedere e concedersi sempre delle possibilità.

      un abbraccio

      Elimina
  19. Qualcuno - non ricordo chi - ha scritto che l'uno è lo specchio capovolto dell'altro. La vita in fondo è anche un lungo racconto di corrispondenze, non trovi? A presto e  grazie (m.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 08:12, 9 dicembre, 2010

      ^ __ ^ ... ed io direi che quel qualcuno è una persona assai saggia e che ha saputo cogliere della vita l'essenziale, tutto quello che si cela dietro l'immagine che uno specchio rimanda di noi e degli altri, evidenziandone gli aspetti che vanno a completarci ed arricchirci.

      Bello il tuo definire la vita "un racconto di corrispondenze"
      e concordo pienamente, anche perché la vita è un bellissimo e prezioso libro da sfogliare accuratamente, senza pensare troppo a cosa ci riserverà il domani, bensì vivere piano piano... di giorno in giorno, una pagina alla volta, senza alcuna fretta di arrivare alla parola fine, altrimenti rischiamo poi di perderci i piccoli particolari, gli attimi infinitesimi che ci regala.

      un abbraccio

      Elimina
  20. @ CristinaKhay
    grazie per il delicato e colorato Buongiorno, e sai.. oggi le temperature sono precipitate.. ieri era Primavera ed oggi sembra inverno
    un caro saluto e buona giornata anche a te

    RispondiElimina